Giuseppe Marotta ha parlato a margine dell’ Inaugurazione dell’Anno Sportivo Piemontese 2018, al Teatro Regio Foyer del Toro, in piazza Castello a Torino. Il dirigente bianconero è stato premiato come sportivo Piemonte 2017.

Sul momento della Juventus – “Allegri ha dimostrato di essere all’altezza della Juve e uno dei migliori allenatori in circolazione, parlano i risultati conseguiti e i grandi consensi. E’ un rapporto che oggi sta regalando a tutti delle grandi soddisfazioni, sono certo che continuerà. Bel gioco? Credo che alla fine conti arrivare in fondo e vincere, giocare bene e giocare male è una cosa complementare, legata a fattori diversi. Se c’è da stringere la mano al Napoli, vorrà dire che avrà vinto meritatamente a prescindere dal fatto che avrà giocato meglio. Scontro diretto? Sarà importante, ma da qua alla fine ci sono tanti punti a disposizione, spesso anche partite scontate si rivelano difficili.”
Bisognerà essere accorti nella gestione di Higuain – “Higuain? La botta è fastidiosa, il trauma è un trauma osseo e comporta da parte nostra una particolare attenzione. Esiste una logica prudenza nel rimetterlo in campo. Non è niente di grave, ma è meglio aspettarlo.”

Emre Can? “E’ uno dei giocatori più appetibili sia per il valore sia per il fatto che è svincolato a giugno. E’ normale che ci siano diverse pretendenti. Noi facciamo la nostra strada, sappiamo che ci sono altri club concorrenti che sono tra i migliori al mondo. Il destino del giocatore è nella sua testa, se decidesse di venire a Torino saremo contenti, altrimenti coglieremo un’altra opportunità.”

Confermato l’interesse della Juventus per Darmian – “Darmian? E’ un giocatore del Manchester United, non è di nostra proprietà ma è bravo e interessante.”

A cura di Lorenzo Giardini