Anno nuovo, vita nuova. Non sempre, perchè certe tradizioni alla Juventus non mutano col passare del tempo, al massimo si rafforzano. La programmazione, punto saldo bianconero tramandato di generazione in generazione, sta ancora dettando la linea di quello che sarà l’andazzo del mercato del club di Andrea Agnelli.

Dopo le discussioni altisonanti su nomi di spicco (Ramsey e Mbappè in primis), è venuto il momento di pensare a quel settore di campo che, inevitabilmente, andrà incontro ad un fisiologico cambiamento. Con Barzagli (malconcio) che si appresta a salutare e Benatia (scontento) intenzionato a lasciare il bianconero, la retroguardia della nuova Juventus vedrebbe come superstiti capitan Chiellini (ormai avanti con l’età), Bonucci e Rugani. Obbligatorio far qualcosa sul mercato in tal senso.

Mai farsi trovare impreparati. Non ci pensa nemmeno Fabio Paratici, che, mentre con la coda dell’occhio sbircia ciò che avviene in terra olandese, si è concretamente messo in moto per portare a Torino il talento classe ’99 del Tolosa che risponde al nome di Jean-Clair Todibo.

Qualcuno la definirebbe “occasione di mercato”, poichè il nativo della Guiana francese rappresenta a tutti gli effetti un’opportunità da non lasciar passare. Reduce da un exploit iniziale in cui ha fatto conoscere a tutti le sue doti da difensore dal certo futuro, il giovane calciatore si è espresso negativamente sulla proposta da parte del suo attuale club di firmare un contratto da professionista, così da esser messo di fatto fuori rosa ed in attesa di proposte di trasferimento. Queste, ovviamente, non si son fatte attendere: oltre alla Juventus, si son fatti avanti anche club blasonati come Barcellona e Real Madrid.

Ciò che emerge dopo questi primi giorni di gennaio, oltre alla volontà di Todibo di cambiare aria, è l’intenzione di Paratici di accaparrarsi le prestazioni del francese già in questa sessione di calciomercato. Il difensore infatti avrebbe confidato al suo entourage di voler sciogliere le riserve nel periodo immediatamente successivo all’Epifania, così da spingere il DS bianconero ad anticipare le mosse, arrivando ad offrire al Tolosa una cifra che si aggira sui 4-5 milioni di euro da interpretare come “premio di preparazione”.

D’altronde, come affermato da Fabrizio Ferrari, agente di mercato ed esperto di calcio francese, a Radio Sportiva, il fascino della Vecchia Signora potrebbe risultare decisivo anche su un ragazzino dell’età di Todibo.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto)