Dopo aver trascorso giorni infuocati che hanno preceduto l’annuncio del nuovo tecnico, per la Juventus ha il via ufficialmente la sessione di mercato estiva. Posto che, innanzitutto, la società di Torino sia concentrata sulle uscite da mettere in cantiere prima del termine dell’attuale esercizio, è alacre il lavoro della dirigenza per regalare a Maurizio Sarri qualche prezioso innesto come dono di benvenuto.

Inutile girarci intorno, il desiderio di Fabio Paratici è quello di riportare Paul Pogba in bianconero, a maggior ragione dopo l’ultima annata che ha relegato il Manchester United in Europa League. Il francese, dal canto suo, non ha mai fatto mistero di gradire il corteggiamento della Juventus, club in cui è cresciuto, in cui è stato accompagnato nel suo percorso di formazione e nel quale è divenuto il calciatore che tutti oggi conoscono. D’altronde Paul in Piemonte è ancora benvoluto, ha mantenuto rapporti saldi d’amicizia con numerose persone, come lo stilista Alessandro Martorana che ha recentemente dichiarato d’essersi intrattenuto in una chiacchierata e d’aver percepito l’inequivocabile voglia del francese di far ritorno in Italia.

Che Pogba reputi la sua esperienza inglese conclusa è rimarcato dalle sue stesse parole: “Dopo tre stagioni allo United e dopo quest’anno che è stata la mia migliore stagione penso sia giunto il momento di una nuova sfida”. Ovviamente tale uscita, com’è comune quando si tratta di campioni del livello del centrocampista transalpino, ha suscitato l’interesse dei top club europei, col Real Madrid pronto ad approfittare qualora si presentasse l’occasione, nonostante l’esborso notevole già sostenuto per rinforzare la rosa in vista della prossima stagione.

Un ruolo fondamentale, come al solito, lo giocherà l’agente di Pogba, il celebre Mino Raiola che dovrà convincere la dirigenza dei Red Devils a privarsi del talentuoso centrocampista. Compito arduo, anche perchè, per ciò che risulta in questo momento, lo United non avrebbe alcuna intenzione di metter fine all’avventura del francese all’Old Trafford ed anzi punterebbe su di lui per un rilancio futuro. Dal fronte Juventus, nel frattempo, pare esser maturata l’intenzione di metter sul piatto una cifra ben superiore ai 100 milioni di euro complessivi, senza tralasciare però l’opportunità di inserire nella trattativa qualche contropartita tecnica (da considerarsi tuttavia presumibilmente come operazione slegata), al fine di ridurre la quota di liquidi da versare eventualmente al club di Manchester.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto)