La Juventus continua ad avere la necessità di snellire la sua rosa, incontrando non poche difficoltà nel cedere i suoi esuberi e fronteggiando interessamenti per altri calciatori non inseriti nella lista degli epurati dal progetto di Maurizio Sarri. Così respinto definitivamente l’affondo del Milan per Merih Demiral, è il turno ora di Daniele Rugani, che secondo i rumors provenienti anche dall’estero, sarebbe nel mirino di diverse squadre.

Daniele Rugani in azione con la maglia della Juventus

Non è un segreto che Daniele Rugani alla Juventus abbia vissuto finora stagioni molto difficili, con pochi alti e tanti bassi. Tuttavia il centrale toscano classe ’94 ha sempre goduto della stima dello staff bianconero, nonostante le ripetute indecisioni di questi anni. Quest’anno con l’arrivo di Sarri per il centrale toscano in molti hanno immaginato che potessero aprirsi le porte dell’11 titolare, tuttavia l’arrivo di Matthijs de Ligt e la chiusura a tutte le possibilità di una cessione dell’altro giovane centrale, Demiral, hanno spostato i riflettori su Rugani, il quale sembra già essere stato retrocesso nelle gerarchie al ruolo di quinto centrale.

Secondo quanto riportato da rumors italiani ed inglesi, Daniele Rugani sarebbe infatti finito nel mirino di Roma, Milan e Arsenal, tre società che in questi settimane cercano calciatori che possano ambire alla titolarità. La Juventus dal canto suo, nonostante il fresco rinnovo fino al 2024 e gli ormai costanti problemi muscolari di Giorgio Chiellini, non sembra chiudere completamente alla cessione dell’ex calciatore dell’Empoli. Lo stesso agente del calciatore Davide Torchia proprio ieri si è esposto sulla possibilità di un addio, nonostante il rinnovo e il no al Chelsea condiviso con la stessa dirigenza bianconera appena un anno fa: “Daniele deve avere la voglia e il dovere di ottenere sempre di più. Ovviamente i segnali della società devono essere ben precisi: ora sono cinque difensori e se devi essere considerato il calciatore che gioca una gara l’anno in Coppa Italia devi fare qualche riflessione. Se continuano a credere molto nel calciatore e tutti lo sanno, allenatore compreso, lui deve proseguire il percorso di crescita. Credo che questo sia anche l’obiettivo della società”.

La Juventus comunque pare non essere intenzionata, in caso di cessione, a fare sconti per il difensore toscano e il prezzo fissato è 30 milioni, valutazione al di sotto della quale i bianconeri, considerato il quadro generale delle alternative possibili, non è disposta a scendere.

 

Stefano F. Utzeri (@utzi_26)