Novità in seno alla dirigenza della Juventus. Giulia Bongiorno, noto avvocato penalista, appena nominata Ministro per la Semplificazione e della Pubblica Amministrazione, si è dimessa dal Consiglio di Amministrazione della Juventus di cui faceva parte dal 26 ottobre 2012.

L’avvocato, tra i più in vista dell’ambiente dei tribunali italiani, è stata eletta alle elezioni del 4 marzo 2018, tra le fila della Lega al Senato, e dal 1° giugno è nel consiglio dei ministri del nuovo governo.
Dimissioni che erano nell’aria dell’avvocato di Palermo, dopo che aveva già rinunciato ad alcuni incarichi legati alla sua professioni, l’avvocato ha rassegnato le dimissioni dal CdA della Juventus “con decorrenza dal 2 giugno 2018”.

Questo il comunicato ufficiale del club torinese:
“Torino, 5 giugno 2018 – Si comunica che, a seguito della nomina a Ministro per la Semplificazione e la Pubblica
Amministrazione del Governo della Repubblica Italiana, l’Avv. Giulia Bongiorno ha rassegnato le proprie dimissioni
dalla carica di Consigliere Indipendente di Juventus Football Club S.p.A. con decorrenza dal 2 giugno 2018.
Sulla base delle comunicazioni effettuate alla Società e al pubblico, l’Avv. Giulia Bongiorno non risultava detenere,
alla data delle dimissioni, azioni di Juventus Football Club S.p.A..
Il Presidente, anche a nome dell’intero Consiglio di Amministrazione, rivolge un sincero ringraziamento a Giulia
Bongiorno per il contributo prestato, connotato da professionalità e indipendenza, e formula alla medesima i
migliori auguri per il nuovo incarico.”

Una decisione inevitabile a causa del conflitto d’interesse che sarebbe potuto intervenire nel ricoprire entrambe le cariche, una istituzionale e una nel settore privato.

 

Stefano F.Utzeri (utzi_26)