Vi avevamo anticipato la notizia qualche minuto fa, ed ormai possiamo dare per fatto quello che sarà il grande colpo dell’estate di calciomercato: Miralem Pjanic si trasferirà alla Juventus che, durante l’incontro odierno con la Roma, ha chiuso l’acquisto del bosniaco.

Nei fatti, la cifra incassata dai giallorossi sarà di 30,4 milioni più bonus, pagabili in più esercizi, coi bianconeri che hanno sfruttato il 15% che Pjanic poteva guadagnare in caso di pagamento della clausola per negoziare una cifra ufficialmente minore rispetto a quella stabilita da contratto, ed aggirare così anche le norme-FIFA riguardo al pagamento della clausola entro 15 giorni, che avrebbero rappresentato un problema in sede di Borsa. Pjanic però, contrariamente a quanto si pensava inizialmente, non ha rinunciato alla sua percentuale, ma se la vedrà inserire nel contratto che andrà a firmare con la Juventus a mò di bonus: per lui è pronto un quinquennale da 4,7 milioni netti, che ha sicuramente avuto il suo peso nella definizione della trattativa, ma sono stati molti i fattori che hanno spinto alla chiusura di quest’affare.

I MOTIVI DEL DIETROFRONT DELLA ROMA- Innanzitutto la Roma, che da un lato non voleva rinforzare una diretta concorrente per lo scudetto, e dall’altro aveva la disperata necessità di far cassa per rientrare nei limiti del Fair-Play Finanziario, avrebbe deciso di far partire Pjanic e trattare coi bianconeri solo dopo il serio infortunio di Rüdiger, che ha privato i giallorossi dell’ormai imminente cessione del tedesco (che starà fuori parecchio, Ogbonna e Juan Jesus i possibili sostituti) al Chelsea per 25 mln, e di una cospicua plusvalenza. Da qui, e dal contemporaneo assalto bianconero, è nata l’esigenza di cedere Pjanic, che dunque si trasferirà nelle fila dei Campioni d’Italia e sarà sicuramente bersaglio della contestazione romana, ma porterà anche una plusvalenza a bilancio di 26 milioni: e non è finita qui perchè la Roma, che dovrebbe rimpiazzare il bosniaco col rientrante Paredes, potrebbe perdere anche Nainggolan, per il quale il Chelsea fa sul serio e potrebbe investire 45 milioni. Una cifra impossibile da rifiutare, e così i giallorossi si ritroverebbero con un centrocampo da reinventare, ma anche con un’elevata somma in cassa.

JUVENTUS: LA ”MANO” DI MORATA NELL’ACCELERAZIONE SU PJANIC- Ma la domanda che tutti si stanno ponendo è la seguente: perchè la Juventus ha accelerato proprio oggi su Pjanic, con tanto di incontro diretto tra Marotta e la dirigenza giallorossa?La risposta dovrebbe arrivare presto da Madrid, col Real che si è mosso per pagare la recompra di Morata, e con ogni probabilità chiuderà a breve quest’operazione: la cifra è di 30 milioni, guarda caso la somma investita su Pjanic, mentre il sostituto dell’iberico sarà Berardi. Una Juventus che si rinforza ed avrà un centrocampo monstre, ma tratta anche per cedere i suoi rincalzi: Roberto Pereyra piace molto al Watford dei Pozzo, che vorrebbero reinserire il Tucumano nella loro scuderia, mentre il Cagliari ha fatto un’offerta a Padoin.

La Juventus cederà il suo talismano? Lo scopriremo presto, ma intanto i bianconeri piazzano il colpo-Pjanic, e danno ufficialmente il via ad un mercato che sarà rovente, e dovrà portare la Vecchia Signora al livello delle big europee, per raggiungere l’obiettivo-Champions già nel 2016-17…

(di Marco Corradi)