Mister Allegri schiera la Joya nel tridente offensivo contro il Genoa e si aspetta una risposta positiva in vista del big match di sabato sera

Il castigo per Paulo Dybala è terminato: questa sera nel primo appuntamento stagionale di Coppa Italia sarà titolare, dopo aver giocato uno scampolo di partita domenica scorsa al Dall’Ara. L’attaccante argentino dovrà dimostrare di meritarsi una maglia da titolare per il match contro la Roma, visto che Massimiliano Allegri con ogni probabilità vorrà impiegare gli uomini che sulla carta gli stanno assicurando condizione e buone prestazioni. Un’occasione da non fallire se si considera che il tecnico livornese sta facendo a meno di lui lì in avanti, con l’abbondanza di giocatori offensivi che ha a disposizione, da Bernardeschi (titolare anche lui stasera) a Cuadrado, non ultimo il recuperato Pjaca che scalpita dalla panchina.

Allegri si aspetta un Dybala diverso, in grado di lasciar fuori dal campo tutte quelle situazioni che comportano distrazione, dai problemi di cuore (ad onor del vero risolti, dato che alla cena di Natale si è presentato con la sua ragazza storica Antonella Cavalieri) alla querelle tra vecchi e nuovi procuratori. D’altro canto il tecnico gli offre la possibilità di giocare davanti alla porta da “falso nueve”, un ruolo un po’ atipico per lui ma che gli consentirà di avere più occasioni da gol.“Nelle ultime partite abbiamo giocato con il 4-3-3 e non a caso Dybala l’ho tenuto fuori – ha spiegato Allegri –. È molto semplice: se gioca lui, devo sfruttarlo per le caratteristiche che ha. Con il tridente può fare solo il centravanti”. Per l’attaccante argentino questa nuova posizione sarebbe un vero e proprio inedito, visto che in questa stagione e non solo non è mai stato impiegato come terminale offensivo, almeno non dal primo minuto di gioco.

a cura di Antonio Alicastro