Nell’andata dei quarti di Champions ballottaggio per sostituire Pjanic in mezzo al campo

La Juventus per il match di Champions League contro il Real Madrid dovrà fare i conti con due assenze importanti: Miralem Pjanic e Mehdi Benatia, entrambi out per squalifica. Ma, se per sostituire il difensore marocchino ci sarebbe più di una soluzione, per il bosniaco la questione si fa più difficile. L’ex Roma non ha un vero doppione in rosa che lo possa sostituire, dunque, Allegri dovrà optare per qualcosa di diverso senza il suo punto di riferimento a centrocampo.

A fronte della finale di Cardiff in cui la Juventus soffrì non poco la superiorità numerica del Real in mezzo al campo, difficilmente il tecnico bianconero sceglierà di giocare con la mediana a due. Più probabile un impiego del 4-3-3, sempre che il vice Pjanic dia garanzie.”I sostituti di Pjanic sono Bentancur e Marchisio — ha detto Allegri la settimana scorsa — e tutti e due quando sono stati chiamati in causa hanno fatto bene“. L’ex Boca mette qualità e movimento in quel ruolo, mentre il Principino pre infortunio ha dimostrato un grande senso della posizione. Ma c’è un però. L’uruguaiano è partito da titolare soltanto con Barcellona ed Olympiacos in Champions e, anche se ha caratteristiche che piacciono ad Allegri, nel 2018 deve ancora trovare spazio dal primo minuto. Marchisio, invece, ha giocato una sola volta da regista (contro l’Udinese) e non ha i novanta minuti nelle gambe. Tuttavia, il mister avrà a disposizione l’intera sosta per lavorare su quest’ultimo, mentre Bentancur sarà di ritorno mercoledì dalla lunga trasferta in Cina con la nazionale.

a cura di Antonio Alicastro