La Juventus riprende la corsa al suo ottavo scudetto. Domani nel monday night post Supercoppa, la squadra di Mister Allegri si troverà davanti il Chievo di Mimmo Di Carlo, reduce dalla prima vittoria della stagione, che ha permesso ai clivensi di avere ancora qualche barlume di speranza per la salvezza, nonostante la partenza ad handicap col -3 in classifica e la lunga striscia di 18 partite senza vittoria.

All’andata il Chievo, allora allenato da Lorenzo D’Anna, mise in grande difficoltà la Juventus che si trovò sotto nel risultato fino a pochi minuti dalla fine, vincendo solo all’ultimo minuto con un gol di Bernardeschi.

Giaccherini spiazza Szczesny, trasformando il rigore del temporaneo 2-1 per il Chievo nella sfida d’andata tra i clivensi e la Juventus

JUVENTUS- Allegri vuole tenere alta la concentrazione della sua rosa e dovrà anche fare i conti con una rosa che dovrà trovare la miglior condizione al momento giusto e alcuni problemi fisici ancora da risolvere.
Dalla sfida con i gialloblu rimangono fuori i lungodegenti Cuadrado e Barzagli, mentre è ancora alle prese con il problema muscolare accusato prima della sfida di Supercoppa Medhi Benatia. Fuori pure Miralem Pjanic squalificato dopo l’ammonizione rimediata a Gedda, mentre è convocato Bentancur nonostante il colpo ricevuto in Arabia Saudita che lo ha costretto al cambio. Allegri dunque vara un mini turnover, con Perin tra i pali, in difesa De Sciglio giocherà al posto di Cancelo, rientrato in Supercoppa dopo 40 giorni di inattività, al centro Rugani sostituirà uno tra Bonucci e Chiellini, con il capitano bianconero favorito per un turno di riposo. A sinistra Alex Sandro giocherà, mentre Spinazzola si accomoderà in panchina ormai prossimo all’addio.
A centrocampo, al netto della squalifica di Pjanic e l’acciacco di Bentancur, sembra certa la presenza del trio Matuidi, Can e Khedira.
In avanti Allegri sicuro del posto Bernardeschi, mentre gli altri due dovrebbero essere ancora Dybala e Cristiano Ronaldo.

CHIEVO VERONA- Di Carlo ha la doppia possibilità giocando col 4-3-1-2 o il 3-5-2. Fuori ancora Seculin e Cacciatore, Di Carlo potrebbe preferire la soluzione della difesa a 4 con Sorrentino tra i pali. In difesa De Paoli e Tomovic sulle fasce, al centro Rossettini e Bani. A centrocampo Kiyine, Radovanovic e Hetemaj, mentre Giaccherini autore del gol vittoria con il Frosinone agirà dietro Pellissier e Stepinski, favorito su Meggiorini.

Stefano F.Utzeri (@utzi_26)