La sfida del Dall’Ara poteva rappresentare un’insidia, con la banda di Allegri che avrebbe potuto essere a livello mentale già a Gedda. Ma così non è stato e la Juventus è riuscita a strappare il pass per i quarti di finale di Coppa Italia senza troppi patemi. Anzi, nel secondo tempo il tecnico toscano ha voluto buttare in campo sia Cristiano Ronaldo che Dybala in modo tale da tenerli sulla corda in vista del big match di mercoledì. Inoltre, Bologna-Juventus ha con ogni probabilità restituito alla causa bianconera Kean e Spinazzola, autori di una prestazione convincente che allontana i rumors di mercato di questi giorni.

https://www.instagram.com/p/BsjTWlPHRaT/

Allegri decide di scompigliare le carte schierando dal primo minuto un attacco inedito: Bernardeschi e Douglas Costa a fare da supporto a Kean. I tre, come l’allenatore ci ha abituati col suo “caos tattico” in avanti, non hanno dato punti di riferimento alla difesa del Bologna interscambiandosi i ruoli. L’ex Fiorentina ha subito sfruttato il grave errore di Da Costa per infilare in rete a porta completamente sguarnita. L’esterno della Nazionale potrebbe sostituire al meglio Mandzukic contro il Milan, visto che è apparso in ottima forma. La freccia brasiliana, invece, ci ha regalato frequenti sortite offensive e rispetto al solito si è sacrificato in difesa dando man forte ad un deconcentrato De Sciglio.

Il raddoppio nasce nella zona centrale del campo da un’azione corale: da Bernardeschi la palla, propiziata da un velo di Kean, arriva a Douglas Costa e, sul tiro ribattuto, si avventa il 19enne azzurro che infila alla sinistra del portiere. Il Bologna, penalizzato dai limiti tecnici, non riesce a cambiare la partita ed a insidiare la porta difesa da Szczesny. La Juventus, dunque, riprende la sua marcia con una vittoria così come aveva salutato il 2018. Il prossimo obiettivo è la Supercoppa Italiana.

Antonio Alicastro