Massimiliano Allegri sembra orientato a mettere in campo il consueto 4-3-3 con Bernardeschi dal 1′. Sulla corsia di sinistra, Spinazzola è in vantaggio rispetto a Caceres

Il giorno tanto atteso è arrivato. La Juventus si gioca il futuro in Champions League in quella che è senza alcun dubbio la partita più importante della stagione, lo snodo cruciale da cui passano le aspettative della dirigenza dopo i grossi investimenti sul mercato e le speranze del popolo bianconero. Serve ribaltare il risultato secco dell’andata (2-0) al Wanda Metropolitano ed Allegri sembra volersi affidare non a Paulo Dybala, che a questo punto si candida come primo cambio, ma al suo sostituto naturale Federico Bernardeschi.

L’altro dubbio di formazione riguarda l’impiego di Spinazzola o Caceres al posto dello squalificato Alex Sandro: se l’allenatore toscano optasse per il 3-5-2 (molto improbabile) l’uruguaiano andrebbe a completare il pacchetto arretrato insieme al duo Chiellini-Bonucci e con Cancelo-Bernardeschi ad agire sulle fasce, diversamente la Juventus si schiererebbe con la solita linea a 4 a protezione dell’area di rigore.

Ad ogni modo, difficilmente avremmo immaginato qualche mese fa che i due difensori in ballottaggio sopra citati si sarebbero giocati una maglia da titolare in un ottavo di Champions: Spinazzola, dopo un periodo di rodaggio con la Juventus Primavera ed essere stato inserito a gennaio nella lista Uefa, sta tornando sui suoi vecchi standard, mentre Caceres, arrivato come soluzione in extremis al trasferimento di Benatia, gode della fiducia del mister.

A centrocampo, invece, dovrebbe esserci una sola novità rispetto alla gara d’andata: Emre Can probabilmente sostituirà Bentancur, per dare fisicità alla mediana e manforte alla retroguardia nella fase di non possesso.

L’Atletico di Simeone deve fare i conti con le squalifiche di Thomas e Diego Costa, non saranno presenti neppure Filipe Luis e Lucas Hernandez causa infortunio: al loro posto dovrebbero scendere in campo Juanfran ed Arias. In attacco, insieme a Griezmann, agirà la vecchia conoscenza bianconera Alvaro Morata.

PROBABILI FORMAZIONI:

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Mandzukic, Ronaldo.

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Arias, Godin, Gimenez, Juanfran; Saul, Koke, Rodri, Lemar; Griezmann, Morata.

Antonio Alicastro