Mentre la squadra è alle prese con gli impegni di campionato e con la mente alla complicata qualificazione al turno successivo di Champions League, la dirigenza bianconera non perde di vista gli obiettivi di mercato per il futuro. Sul taccuino di Fabio Paratici infatti c’è da tempo João Félix Sequeira, giovane talento del Benfica.

Nato a Viseu nel novembre del 1999, sin da piccolissimo è stato cresciuto a pane e calcio, passione a lui trasmessa dal padre Carlos che può vantare un passato da calciatore, seppur non a livello professionistico. Entrato a far parte della scuola calcio “Os Pestinhas” (letteralmente “le piccole pesti”), ha iniziato a farsi notare dalle società più blasonate, tra cui il Porto che dapprima l’aveva inserito tra i prospetti più interessanti da seguire, ma successivamente aveva scartato per via del suo fisico troppo esile. Così, nel 2015 fu il Benfica ad offrirgli la chance di mettersi in luce e a farlo debuttare un anno dopo nella seconda squadra. Da lì partì la parabola di Félix, che attualmente può vantare 27 presenze stagionali in tutte le competizioni disputate dal club, 10 reti e 6 assist.

Il numero 79 in casacca arancio è un destro naturale, un giocatore prettamente offensivo che ama svariare su tutto il fronte d’attacco, pur preferendo la posizione centrale alle spalle delle punte, che riesce a servire sovente con filtranti pregevoli e precisi; non solo, il portoghese è un esteta del dribbling e delle triangolazioni in spazi brevi, ma non disdegna affatto neanche la fase difensiva, aiutando i compagni anche nei compiti di interdizione. Grazie alle sue prestazioni ha attirato su di sè l’interesse di parecchi club importanti di tutta Europa. Si parlò di Chelsea nel recente passato, di Milan, di West Ham, delle due squadre di Manchester e del PSG dello sceicco Al-Khelaïfi pronto – secondo ciò che riporta Record – a sborsare anche cifre imponenti per far sbarcare il classe ’99 al Parco dei Principi. Ovviamente, ma non poteva essere altrimenti, su João Félix ci sono gli occhi anche della Juventus, che può contare sui rapporti privilegiati con Jorge Mendes, intermediario della trattativa. L’incontro con Luis Vieira, presidente del Benfica, è stato utile affinchè Paratici potesse ribadire l’interesse dei bianconeri per il gioiellino portoghese, senza però formalizzare una vera e propria offerta per il cartellino del giovane attaccante che è “protetto” da una clausola rescissoria pari a 120 milioni di euro.

A margine della chiacchierata è anche giunta la proposta per un trasferimento in bianconero di Ruben Neves, profilo certamente interessante ma che la dirigenza juventina al momento reputa non prioritario, puntando innanzitutto su De Ligt dell’Ajax per quel ruolo.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto