Dopo il mercato stella re di quest’anno la Juventus è chiamata ad una stagione che ripaghi degli sforzi della società e realizzare un sogno che dura da 21 anni, quello della Champions. A guidare la truppa bianconera alla conquista dell’Europa sarà sicuramente Paulo Dybala, che, impegnato al momento con la Nazionale argentina, intercettato dall’emittente radiofonica Radio Metro 951, ha rilasciato delle dichiarazioni importanti su diversi temi a lui vicini.

Sulle voci di mercato, che su di lui non potevano mancare, che lo volevano al Barcellona al fianco di Messi, la Joya ha così parlato: ” L’interesse del Barcellona era solo un’indiscrezione di calciomercato e lo ho sempre detto nelle interviste che era giusto fermarmi a Torino ancora: in questo momento con gli attaccanti che ci sono al Barça, sarebbe difficile giocare, sarei il quarto, non mi piacerebbe esserlo e non sarebbe un bene per me.

Poi una battuta sulla mancata partecipazione a Rio 2016 con l’Argentina,  una decisione sofferta, come il cammino di avvicinamento e non solo dell‘Albiceleste ai Giochi: “Avrei voluto esserci a Rio, è stata una piccola delusione: ho provato a convincere la Juve che era importante per me rappresentare il mio Paese, ma tutti mi hanno ribadito che la mia condizione fisica ne avrebbe risentito.

Infine spezza una lancia a favore del compagno di squadra e amico Gonzalo Higuain, al centro di una piccola polemica riguardo la sua abitazione ritenuta troppo sfarzosa. “ Quella storia della mega-casa di Gonzalo è una bugia, abitiamo vicini in un appartamento normale. Non avrà preso bene– aggiunge Dybala – gli ultimi insulti sui social network e quindi ho preferito non affrontare l’argomento con lui.

di Marco Carlino