In un’intervista rilasciata a Sky Sport, Emre Can ha parlato del momento della Juventus e delle sfide che attendono i bianconeri in questi mesi.

E’ una settimana lunga questa per la Juventus che, dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano dell’Atalanta e il 3-3 casalingo contro il Parma, si avvicina alla sfida di domenica sul campo del Sassuolo vogliosa di tornare alla vittoria e scacciare via i malumori dopo le ultime uscite non proprio positive.

Una Juventus che, in vista delle prossime sfide decisive, potrà contare sul centrocampo finalmente al completo e, in particolare, su Emre Can, motivatissimo a dare il suo contributo dopo i problemi fisici che hanno compromesso la prima parte della sua stagione.

Il centrocampista tedesco ha concesso un’intervista esclusiva a Sky Sport, e ha parlato del momento dei bianconeri: “C’è da imparare molto dalla partita contro il Parma, avevamo giocato bene segnando tre gol, ma dobbiamo difendere meglio come squadra. Meglio sia successo ora e non più avanti…”

Domenica alle 18 ci sarà Sassuolo – Juventus, un match nella quale ci si aspetta un cambio di marcia da parte della capolista della Serie A: “Sarà una partita complicata. Dovremo giocare da Juve per vincere. In Premier il calcio è più veloce, qui a volte è davvero difficile segnare”.

La sfida più importante è più attesa, però, è sicuramente l’ottavo di Champions League contro l’Atletico Madrid di Simeone: L’Atletico è uno degli avversari più complicati che poteva capitare. Però noi siamo la Juve, dobbiamo credere in noi stessi e cercare di vincere. Sappiamo che i tifosi vogliono la Champions. La nostra sfida è vincere ancora il campionato, anche se non è facile dopo sette anni, e vincere in Europa“.

Nella scorsa finale di Champions League, Emre Can fu battuto in finale da Cristiano Ronaldo, adesso suo compagno di squadra in bianconero: “Lo scorso hanno ha vinto lui, quest’anno speriamo di vincerla insieme. Chiunque vorrebbe giocare con Ronaldo: è un campione dentro e fuori dal campo, da la carica a tutta la squadra, a tutto il club”.

Emre Can ha, infine, parlato dei suoi obiettivi personali, dopo i problemi avuti nel 2018: I mesi scorsi sono stati difficili, mi sono dovuto fermare per l’operazione. Ora sono in buona condizione, devo ancora adattarmi al calcio italiano ma voglio dare il mio contributo alla squadra”.

a cura di Marco Mincione (Twitter: @Mincix91)