Consueta assemblea degli azionisti al Media Center di Vinovo. Protagonista la dirigenza della Juventus che ha fatto il punto sulla situazione societaria che sta regalando enormi soddisfazioni da 5 anni a questa parte. Attesissimo l’intervento del Presidente Andrea Agnelli che ha parlato a 360 gradi dei progetti presenti e futuri della società bianconera: “Siamo orgogliosi per il lavoro fatto in questi cinque anni. Un ringraziamento particolare va ai giocatori che ci sono stati in questi successi, mi riferisco a  Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Marchisio, Padoin, Caceres, Lichtsteiner. Poi voglio ringraziare anche Pavel Nedved e Giuseppe Marotta per tutto il lavoro svolto. Siamo tornati in Europa in punta di piedi. E’ importante giocare le grandi finali prima di vincerle. La nostra missione è vivere per il successo. Non pensiamo ai successi passati ma al prossimo, il più bello e difficile da raggiungere”.

Agnelli si riferisce successivamente al mercato calcistico globale e alla posizione che la Juventus sta assumendo: “Il calcio è un settore in continuo sviluppo. C’è grande passione intorno a questo sport. Ci sono due fenomeni: est e ovest dell’Europa. La Cina sta investendo tantissimo sul calcio. Hanno come obiettivo la qualificazione ai mondiali e la vittoria. Dall’altra sponda, ci sono i numeri della MLS, ma l’Europa continua ad essere la protagonista del calcio. La Juventus si trova in mezzo e c’è il rischio di essere intrappolati tra gli ultimi vagoni di prima classe e il primo di seconda classe”.

E il futuro bianconero cosa riserverà ai propri tifosi? Agnelli parla di nuovi sponsor e nuovi progetti: “Siamo cresciuti economicamente del 25% in un settore in continuo sviluppo.La crescita della Juventus è evidenziata dai 172 ai 388 milioni del fatturato. Abbiamo una rosa competitiva per vincere ogni competizione. I nostri benchmark sono i top club di Liga, Bundesliga e Premier. ll JVillage ospiterà la prima squadra nella stessa area dello Juventus Stadium, unendosi così al JMedical e al JMuseum”. Dichiarazioni importanti a margine della conferenza quelle riguardanti il futuro del calcio italiano: “Bisogna valorizzare meglio i prodotti che abbiamo. Abbiamo bisogno di maggiori investimenti e più stabilità. Spesso si investe troppo sui giocatori e questo non permette di farlo sulla Primavera o sulle strutture”.

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI

Christian Travaini (@ChriTravaini)

Box Tv