Pochi giorni fa, Andrea D’Amico, agente di Luca Rigoni, aveva parlato in esclusiva al sito di Alfredo Pedullà, chiedendo maggiore rispetto per il suo assistito da parte del tecnico del Genoa, Milan Juric.

Ebbene, in occasione della conferenza stampa di oggi, in vista del match casalingo di domani sera contro la Lazio, l’allenatore croato ha risposto direttamente al procuratore del centrocampista rossoblù, approdato a Genova a gennaio 2016: “Rigoni era sulla lista di partenza come Cofie, che domani giocherà dall’inizio. Nell’ultima settimana ha saltato quattro allenamenti per dei dolorini che l’anno scorso non ha mai accusato mentre negli altri ha dato il 50%. Dico che si deve guardare nello specchio prima di parlare, sia lui che il procuratore. Lui ha l’obbligo di allenarsi bene perché io non guardo in faccia nessuno. Ma sia lui che il procuratore devono pensare prima di parlare“.

Parole piuttosto chiare… Juric parla poi anche della Lazio e di altri suoi singoli giocatori: “I biancocelesti hanno tutto, inoltre stanno attraversando un periodo di forma eccellente. Hanno un gioco importante e forza fisica. In questo momento mi sembrano alle spalle solo della Juve. Ricci? Siamo un po’ in ritardo con diversi giocatori. E’ una cosa negativa ma positiva in ottica futura . Lui e Centurion si stanno allenando e presto li voglio mettere in condizione di far bene. Oltre lui, abbiamo tanti infortunati. Mancano dei punti perché avremo meritato di più, con l’Udinese abbiamo solo fatto una brutta mezzora. In questo momento c’è da stringere i denti e, come gruppo, dare il massimo“.

Raffaele Campo (@CampoRaffaele)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI