Benvenuti cari lettori in questo speciale targato FantAgenti dedicato all’analisi ai raggi X di Italia – Spagna, importante crocevia per gli uomini di Ventura verso i Mondiali di Russia 2018. Come sempre daremo un 1 se a vincere il confronto sarà un azzurro, 2 se invece sarà un iberico e X se la sfida tra i due giocatori terminerà in pareggio.

Buffon – De Gea: X

Sicuramente il confronto più interessante tra due mostri sacri del nostro calcio. Molto difficile dare un giudizio visto la grande bravura di questi due estremi difensori, leader indiscussi delle loro rispettive Nazionali. Sfida che termina in pareggio.

Barzagli – Carvajal: 1

Votazione che pende dalla parte di Barzagli. Il forte difensore italiano, nonostante gli ormai 35 anni, è sempre uno dei migliori nel ruolo e riesce ad infondere tranquillità a tutta la retroguardia. Carvajal sta facendo vedere buone cose con la maglia del Real Madrid, ma non ha la stessa esperienza e sicurezza di Barzagli. Punto all’Italia.

Bonucci – Piqué: X

Anche qui dovremmo ripetere ciò che abbiamo già detto per i portieri. Sfida tra due dei migliori difensori al mondo, capaci di impostare anche l’azione e di essere spesso pericolosi in zona goal. Entrambi sono i leader della difesa nel proprio club di appartenenza e per questo match non vogliamo sbilanciarci quindi optiamo per un pareggio.

Romagnoli – Sergio Ramos: 2

Altri sfida molto interessante. Per Romagnoli questo sarà l’esordio con la maglia della Nazionale maggiore e sicuramente il difensore del Milan potrebbe pagare la tensione dell’esordio e anche un po’ di pressione. Sergio Ramos è da tempo nell’élite dei migliori difensori al mondo. Lo spagnolo con il Real Madrid e con la propria Nazionale ha vinto praticamente tutto e soprattutto ha una grande esperienza in partite importanti come questa… Punto alla Spagna.

De Sciglio – Jordi Alba: 2

De Sciglio grazie alla “cura Conte” sembra essere rinato agli Europei e, dopo un periodo negativo, si sta riprendendo anche la maglia da titolare nel Milan. Jordi Alba è ormai da diversi anni un perno fondamentale della difesa del Barcellona e sulla fascia sinistra spesso risulta imprendibile. La sfida pende dalla parte di Alba e quindi della Spagna.

De Rossi – Busquets: 2

Entrambi i giocatori occupano la posizione di schermo davanti alla difesa (addirittura il romanista ha giocato anche come difensore centrale) ma in maniera abbastanza differente. Se De Rossi è solito rimanere basso e occupare la zona centrale del campo; Busquets è invece un maestro di tecnica riuscendo a farsi trovare davvero dappertutto. Il centrocampista giallorosso inoltre paga alcuni momenti di scarsa lucidità che lo rendono un giocatore inferiore allo spagnolo.

Parolo – Iniesta: 2

Se la precedente sfida era impari questa non ha neanche senso di essere disputata in quanto risulterebbe blasfemo non dare la vittoria ad uno dei centrocampisti più forti e belli da vedere degli ultimi 10 anni. Se a tutto ciò aggiungiamo che Parolo non sta certo giocando il suo miglior calcio il gioco è presto fatto. Anche qui però la carta dell’aggressività mista alla dinamicità potrebbero giocare a nostro favore.

Florenzi – Koke: X

Primo scontro a centrocampo dove si può trovare una parità, ovvero quello che vede contrapposti due jolly. Il classe 1991 giallorosso ha dimostrato fin qui di aver grandissime doti di corsa e di impostazione che gli permettono di ricoprire moltissimi ruoli dalla fascia sia difensiva che offensiva, ma può anche occupare la posizione di interno di centrocampo. Jorge resurreción Koke, invece, nonostante la possibilità di ricoprire più ruoli anche lui occupa una posizione del campo più avanzata vista la minor velocità rispetto a Florenzi, ma anche grazie alla miglior capacità negli inserimenti e nella visione di gioco.

Bonaventura – David Silva: 2

Sfida impari quella che vede opposti il talento del Milan con il canario. L’ex bergamasco sta giocando un buon inizio di campionato e viene dalla rete contro il Sassuolo, ma le geometrie e la classe del giocatore di Guardiola sono semplicemente inarrivabili. L’unica carta a favore del nostro giocatore potrà essere la dinamicità che sicuramente non è la caratteristica migliore di David Silva.

Eder-Vitolo: X

Scontro abbastanza difficile da giudicare. Da un lato troviamo l’italiano che in Nazionale tende a rivitalizzarsi, come fatto durante gli Europei, ma con il club spesso gioca in maniera insufficiente. Dall’altra parte troviamo un giocatore che sta disputando un ottimo campionato e ha da poco trovato il suo primo goal con la Nazionale delle “Furie Rosse”. Scegliamo la X in memoria del campionato Europeo giocato da Eder.

Pellè-Diego Costa: 2

Tra i due arieti scegliamo quello spagnolo che ha iniziato alla grande il campionato inglese segnando già alcuni goal decisivi. La prima punta italiana invece è emigrata in Cina, abbandonando il calcio che conta optando per i milioni dei cinesi e ne paga le conseguenze. Nella speranza che possa risvegliarsi con la Nazionale noi non possiamo fare altro che premiare Diego Costa.

E con questo siamo giunti alla fine della nostra analisi ai raggi X del big match tra Italia e Spagna. Gli iberici sono leggermente favoriti in questo confronto con i giocatori spagnoli che hanno vinto 6 sfide contro una sola degli italiani. Comunque l’alto numero dei pareggi, ben 4, fa presagire una partita molto equilibrata, divertente e aperta a qualsiasi risultato.

A cura di Michael Procopio, Valerio Pennati, Filippo Rivani e Tommaso Prantera