Fabio Quagliarella torna, finalmente, a vestire la maglia della Nazionale italiana. A 36 anni il bomber italiano continua a lasciare tutti a bocca aperta: 16 gol in questa stagione, uno in più di Cristiano Ronaldo e Duvan Zapata. L’attaccante doriano ha eguagliato anche il record di Gabriel Omar Batistuta: a segno per 11 partite consecutive.

Tutti si sono accorti di che pasta è fatto Quagliarella ed ora anche il CT Roberto Mancini non può far finta di nulla. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, l’attaccante (che fra due giorni compirà 36 anni) verrà convocato per lo stage a Coverciano. Stage che si svolgerà nei giorni di lunedì e martedì prossimo.

L’ultima convocazione risale al 2015, quando sulla panchina dell’Italia c’era Antonio Conte, senza mai però calcare il terreno di gioco. L’attaccante campano, intanto, spera di continuare così per giocarsi una chance di essere convocato per Euro 2020. L’europeo che servirà agli azzurri per rialzarsi dopo il tracollo contro la Svezia. Finalmente, ora, Quagliarella torna in Nazionale e nessuno più di lui se lo merita. Intramontabile.

Oltre a Quagliarella, Mancini dovrebbe convocare anche El Shaarawy, Conti, Spinazzola ed Inglese. Il CT valuterà anche se convocare Magnani, difensore del Sassuolo. Non ci saranno invece Marco Verratti e Mario Balotelli. Assenti anche i giocatori che saranno impegnati nei due posticipi di lunedì: Frosinone-Lazio e Cagliari-Atalanta.

Marco Pirola ( @marcopirola_ )