Alle 20:45 va in scena l’amichevole tra Italia e Argentina, gli azzurri di Di Biagio sfideranno l’Argentina in amichevole a Manchester.

ARBITRO – Il test di questa sera con l’Argentina verrà diretto dall’inglese Atkinson.

DAVIDE ASTORI – L’italia non dimentica il capitano della fiorentina, infatti nessuno dei giocatori indosserà il numero 13, quello che dall’inizio della sua carriera ha sempre indossato Davide Astori nei propri club e anche in Nazionale. Davide Astori è ancora tra i giocatori della Nazionale, nel loro cuore e nella loro mente, il Capitano viola verrà omaggiato anche in occasione di queste due amichevoli con un minuto di raccoglimento, e il lutto al braccio oltre che per l’Italia una maglia commemorativa.

LE PAROLE DI LUIGI DI BIAGIO – “Dobbiamo ripartire velocemente, con l’entusiasmo giusto: ma con i giovani dovremo avere tutti pazienza, se vogliamo bene all’Italia. Per noi parte una sorta di Mini mondiale: dobbiamo smettere di pensare a quel che e’ successo a novembre bisogna guardare oltre, oppure non si ricostruisce. Gli undici probabili dovrebbero essere Immobile e Insigne davanti, con Candreva a supporto, a centrocampo Jorginho regista e Verrati all’ennesimo esperimento da mezzala; in difesa, Bonucci non può fare la ‘reunion’ con Chiellini, infortunato“.

LE PAROLE DI BUFFON – Buffon come specificato da Di Biagio è il punto forte di questa Nazionale non solo davanti alla porta, ma come spirito di squadra e come Capitano, ecco le sue dichiarazioni:  “Trovo sensazionale che si faccia casino su di me: per 25 anni ho vestito l’azzurro, ho contribuito al palmares, ho aggregato sempre e mai diviso: tra qualche giorno si capirà meglio che sono storie fuori dalla grazia di Dio…Ma che strano Paese che siamo. Quando sarà l’ultima partita con la Nazionale la vivrò con serenità e sobrieta’: vivo il calcio in mondo folle ma sono entrato nel calcio in vespa ed esco senza macchina… Io non sono mai stato un problema

LE STATISTICHE – Quello di Manchester sarà il 15° confronto della storia tra gli Azzurri e l’Argentina, lo score vede l’Italia avanti nei scontri diretti (6 vittorie a 3) anche se l’ultimo successo dei nostri portacolori risale a oltre 30 anni fa (3-1 nell’amichevole disputata a Zurigo). Nelle ultime 4 partite si contano infatti 2 pareggi e 2 vittorie dell’Argentina, entrambe allo Stadio Olimpico di Roma. Gli Azzurri tornano a Manchester per la seconda volta: la prima uscita fu quella datata 1996 in occasione dell’Europeo inglese, quando la Nazionale allora guidata da Arrigo Sacchi pareggiò a reti bianche con la Germania all’Old Trafford.

ARGENTINA SENZA MESSI – Il grande escluso del match è Leo Messi, il fenomeno accusa infatti un leggero affaticamento muscolare all’adduttore. Banega è una delle alternative a Messi, anche se Lo Celso potrebbe essere la carta vincente. Resta fermo ai box invece Dybala, in quanto il giocatore come spiega Sampaoli non è riuscito ad inserirsi bene negli schemi della Nazionale.

ITALIA SENZA CHIELLINI – L’italia invece si ritrova senza Chiellini e Romagnoli, Di Biagio dovrebbe infatti optare per la difesa a 4 con Bonucci e Ogbonna; a centrocampo spazio a Jorginho accanto a Verratti, mentre Insigne, grande escluso con la Svezia, dovrebbe partire titolare. Solo panchina per i giovani Cutrone e Chiesa.

LE PROBABILI FORMAZIONI

ARGENTINA (4-2-3-1): Caballero; Bustos, Fazio, Otamendi, Tagliafico; Biglia, Paredes; Lanzini, Messi, Di Maria; HIguain. All. Sampaoli.

ITALIA (4-3-3): Buffon; Florenzi, Bonucci, Rugani, Spinazzola; Parolo, Jorginho, Verratti; Candreva, Immobile, Insigne. All. Di Biagio.

A cura di Mastrogiacomo Valentina