La disgraziata stagione di Filippo Inzaghi sulla panchina rossonera potrebbe essere giunta al termine. La sconfitta, l’ennesima, contro il Genoa a San Siro, con il risultato di 3 a 1, potrebbe aver segnato la fine della stagione dell’ ex numero 9. Una posizione chiara non è stata ancora presa dalla società che sta valutando le varie alternative ed è impegnata anche sul fronte ben più importante dello storico passaggio di proprietà dalla famiglia Berlusconi ad un acquirente straniero. Tuttavia le parole di Inzaghi nel post partita e la sua visibile commozione potrebbero voler significare la fine anticipata del rapporto con il suo amato Milan.  Nonostante il ritiro punitivo il Milan ha subito l’ennesima sconfitta, un vero e proprio tracollo visto che la squadra di Inzaghi non è mai stata in partita ed ha finito per essere sconfitta dal Genoa di Gasperini che adesso è sesto in classifica e punta all’Europa League nella prossima stagione. La stessa Europa che per il secondo anno consecutivo non vedrà protagonista il Milan, Milan che faceva delle partecipazioni alle coppe europee il proprio vanto.

Se la propietà rossonera dovessi decidere nelle prossime ore di esonerare Inzaghi l’unica strada percorribile al momento sarebbe la promozione di Brocchi attuale allenatore della Primavera rossonera. Una promozione comunque ad interim fino al prossimo giugno quando la nuova proprietà sarà libera di decidere il nuovo corso e la nuova era del Milan. Tornando alla vendita della società rossonera ulteriori novità arriveranno in giornata probabilmente intorno all’ora di pranzo.

image

Vito Lecce

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.