Simone Inzaghi commenta a caldo con grandissimo entusiasmo il successo della sua Lazio contro la Juventus. Il club di Lotito non alzava al cielo un trofeo dallo scorso 26 maggio 2013, quando vinse la finale di Coppa Italia contro gli eterni rivali della Roma.

Così l’allenatore dei capitolini a “Rai Sport”: “Purtroppo questi match non sono mai finiti fino all’ultimo. E’ stata fatta giustizia. Noi abbiamo meritato questa Coppa: onorei ai miei ragazzi. La squadra sta bene fisicamente, abbiamo lavorato dal 4 luglio per il match di oggi, perché volevamo la rivincita della Coppa Italia. Abbiamo fatto la partita perfetta, concedendo poco o nulla. I due gol che abbiamo subito sono arrivati da palle inattive. I nostri segreti? Sono il lavoro e il sacrficio. Tutti i miei giocatori si sacrificano, sono fiero di allenarli“.

Inevitabile poi una domanda su Keita: “Credo che se ne sia parlato anche troppo. Mi sono ritrovato con Felipe Anderson indisponibile, Keita non l’ho visto sereno e quindi sono andato avanti con questi ragazzi. Ripeto: onore a loro“.

Infine, un’ultima battuta sul calciomercato della Lazio: “Domani parlerò con Lotito, ma abbiamo un grande direttore sportivo che lavora 24 ore su 24 per questa squadra“.

Raffaele Campo (@CampoRaffaele)