Smaltita e archiviata la delusione Conte, in casa Roma si pensa al futuro societario. Nonostante sembrava ad un passo fino a qualche settimana fa, l’ex ct azzurro ha deciso alla fine di declinare l’offerta di Pallotta gettando nello sconforto una tifoseria che stava iniziando a farci seriamente la bocca.

Uno dei profili più in voga in questo periodo è quello di Giampiero Gasperini. Il tecnico dell’Atalanta sta portando la squadra bergamasca ad un clamoroso finale di stagione con la dea super favorita per un posto in Champions League e in finale di Coppa Italia. L’idea della Roma è quella di creare attorno a Gasperini un ambiente di lavoro simile a quello nerazzurro formato cioè da investimenti sui giovani e comprendendo nell’affare anche lo staff del tecnico di Grugliasco. Al momento è difficile pensare però ad una trattativa tra società ed allenatore vista la situazione che sta vivendo l’Atalanta. Probabilmente se ne parlerà, in maniera seria, al termine della stagione.

“Resto solo se alziamo asticella, non per un’altra stagione anonima”. Così Marco Giampaolo ha spianato la strada per un suo addio nel postpartita di Parma-Sampdoria. Il nome del tecnico blucerchiato è infatti uno dei più chiacchierati in questi ultimi giorni. Sono molte le voci che lo vorrebbero lontano da Genova e il domino allenatori che avverrà questa estate potrebbe portarlo nella capitale.

Il discorso Sarri sembra ad oggi impossibile. Il tecnico toscano, nonostante una stagione difficile, ha conquistato un posto nella prossima Champions League e ha la concreta possibilità di affrontare il 29 maggio in finale di Europa League una tra Arsenal e Valencia. L’ex Napoli ed Empoli ha inoltre affermato recentemente di voler continuare con i blues.

Franco Baldini, consulente di Pallotta tra Londra e il Sud Africa, ha sondato recentemente alcuni profili internazionali. Fonseca, Blanc e Wenger sono quelli che più piacciono alla dirigenza giallorossa ma ad oggi sembrano ipotesi molto lontane. Inutile spendere parole, in questo momento, per Josè Mourinho.

All’interno di tutta questa confusione potrebbe così scalare posizioni l’attuale tecnico Claudio Ranieri. Arrivato a marzo come traghettatore il tecnico testaccino potrebbe rimanere ad allenare De Rossi e compagni anche nel prossimo anno. Opzione che farebbe felici molti tifosi giallorossi.

Il discorso relativo al prossimo direttore sportivo sembra invece meno enigmatico. Pochi giorni fa c’è stato un nuovo incontro tra la Roma e il ds del Torino Gianluca Petrachi per parlare proprio di un matrimonio tra le due parti. Dal canto suo però Urbano Cairo sostiene da tempo di non voler fare a meno del proprio dirigente e il trasferimento di Petrachi nella capitale potrebbe comportare un indennizzo o un trasferimento ai granata di un calciatore giallorosso di basso profilo o della primavera.

Gianmarco Ricci (@RicciGianm)