La Stampa fa tremare le milanesi. Dopo che il quotidiano aveva fatto uscire un articolo con scottanti rivelazioni riguardo alla compravendita del ilan da parte di Li qualche giorno fa, ora è il turno dell’Inter. Secondo il giornale, infatti, la Fiamme Gialle starebbero indagando sui 79 mln di euro che Thohir ha versato per l’acquisizione del 70% della società, relegando al 30% oratti.

L’operazione, cominciata nel 2013 e conclusasi nel 2015, ha permesso al magnate di Giacarta, poi, di prelevare per intero le quote dell’ex patron nerazzurro. Non risulta chiara la provenienza di tale somma e le varie tappe che ha compiuto prima di giungere in Italia. Si sa solamente che che i flussi finanziari sono passati attraverso la International Sports Capital, riconducibile proprio a Thohir.

Tuttavia, come si legge nel quotidiano non è chiaro – vista anche la riservatezza che accompagna l’inchiesta – se anche in questo caso, ad aprire la pista agli investigatori, siano state le relazioni dell’Ufficio informazioni finanziarie, l’ex ufficio cambi che dipende direttamente della Banca d’Italia e che vigila sui trasferimenti finanziari, con una particolare attenzione per quelli provenienti dall’estero.  

Su Thohir, comunque, c’erano già ombre. Come vi avevamo aggiornato qualche mese fa, Thohir ha guadagnato moltissimo dalla cessione delle quote maggioritarie al gruppo Suning e, soprattutto, non c’è da dimenticare il suo trascorso da indagato per corruzione, anche se poi tutte le accuse caddero. Ora si attende la risposta del tycoon di Giacarta…

 

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI