Da giorni l’Inter sta vivendo ore incandescenti. Suning infatti sembra essere ad un passo dalla cessione del club milanese con il fondo londinese Bc Partners pronta a subentrare al colosso cinese

Cda straordinario con Zhang in diretta dalla Cina

La due diligence per la revisione dei conti interisti e per la valutazione di una possibile entrata del fondo inglese nell’asset di Suning è stata avviata. L’Inter sarebbe valutata circa 700/800 milioni di euro con l‘advisor Goldman Sachs a curare l’operazione. Ad oggi l’obiettivo principale degli Zhang rimane quello di rifinanziare il bond da 375 milioni in scadenza nel 2022.
Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport però l’azienda di private equity non sarebbe l’unica interessata all’acquisizione del club.
Non si sa ancora se Bc Partners entrerà come socio di minoranza o prenderà la maggioranza delle quote azionarie: si prospettano dunque settimane fondamentali per le sorti della società nerazzurra.

Le conferme di Marotta

Prima dell’inizio di Fiorentina-Inter, l’ad Beppe Marotta aveva confermato le indiscrezioni sulla volontà di Suning di cedere una quota dell’Inter, dichiarando: “Suning sta valutando le opportunità, nell’interesse dell’Inter e nel rispetto del blasone storico del club, nel rispetto del presente e del futuro”.