Il futuro di Dalbert sembra lontano da Milano. Arrivato lo scorso anno per una ventina di milioni, dopo una trattativa estenuante. Doveva essere il nuovo Maicon, dopo due ottime stagioni al Nizza. Invece ha collezionato appena 14 presenze, con Spalletti che gli ha preferito a turno Santon, Nagatomo e infine D’Ambrosio.

Il giocatore ha mercato e l’Inter non è più disposta ad aspettare che possa riscattarsi nella prossima stagione. Questi sono i motivi che vedono Dalbert lontano da Appiano alla ripresa degli allenamenti a luglio. Sembrava fatta con il Monaco per un prestito con diritto di riscatto. Ma l’offerta non è stata ritenuta sufficiente dalla società neroazzurra che non vuole fare minusvalenze. Per questo motivo è subentrato con forza il Borussia Mönchengladbach. Ausilio ha fissato il prezzo a 20 milioni tra prestito e riscatto, cioè alla cifra per cui l’Inter lo ha acquistato nell’estate scorsa (20 + 6 di bonus). Sul giocatore anche il Borussia Dortmund di Le Favre che lo ha allenato proprio al Nizza, squadra con il quale ha reso al meglio. Sarà derby per il brasiliano?

Il giocatore accetterebbe di buon grado le destinazioni proposte avendo capito di non essere la prima scelta di Spalletti sulla fascia sinistra, complice anche l’arrivo di Asamoah. Pessime doti difensive quelle del terzino brasiliano, che hanno fatto desistere l’allenatore toscano sul suo utilizzo. L’avventura milanese di Dalbert sembra già terminata dopo una sola stagione.

A cura di Nicolò Costa

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU AGENTI ANONIMI