Benvenuti cari lettori di Agenti Anonimi in questa puntata dedicata al secondo big match della 34a giornata di Serie A, quello tra Inter e Napoli. Come di consueto analizzeremo la partita ai raggi x, confrontando i 22 giocatori che scenderanno in campo ruolo per ruolo. La regola è sempre la stessa: 1 se a vincere sarà un nerazzurro, 2 se il punto andrà ad un partenopeo ed X se il confronto terminerà in pareggio.

Handanovic – Reina X

La sfida tra i due numeri 1 termina in pareggio. L’estremo difensore sloveno, nonostante le numerosi rete concesse, è pur sempre uno dei portieri più forti nel panorama europeo. Lo spagnolo del Napoli, invece, è sempre una garanzia e, con il suo carisma, è capace di trascinare e guidare la sua linea difensiva con estrema efficacia. Sarà un banco di prova importante soprattutto per Handanovic visto che il Napoli arriverà al tiro con molta facilità, ma questo scontro finisce in pareggio.

D’Ambrosio – Hysaj X

Sfida molto complicata quella tra i terzini destri. Se il confronto fosse fatto guardando all’anno scorso allora sarebbe un voto per Hysaj, ma quest’anno la storia è cambiata. Il numero 33 nerazzurro è una piacevolissima sorpresa ed è uno dei migliori terzini del nostro campionato. L’albanese ormai è diventato una garanzia di rendimento e infatti diverse squadre europee sono sulle sue tracce. La crescita di valore di D’Ambrosio rende questa sfida alquanto equilibrata e quindi è giusto un pareggio.

Medel – Raul Albiol X

Termina in pareggio anche questa sfida. Il cileno, da quando è stato arretrato nella linea difensiva, non sta sbagliando un colpo e infatti ha relegato in panchina Murillo. Lo spagnolo, con la sua esperienza e attenzione, forma con Koulibaly una coppia davvero invidiabile, ma non si vede tutto questo gap con il cileno.

Miranda – Koulibaly X

Equilibrio. Forse è questa la parola che descrive meglio questo scontro. I difensori si assomigliano per caratteristiche e sono regolarmente tra i migliori delle rispettive squadre. Il brasiliano, si sa, è uno dei pochi a salvarsi in questa deludente stagione interista; mentre il senegalese ha ritrovato quella condizione fisica che tutto l’ambiente aveva bisogno. Ambedue sono ottimi difensori, sempre concentrati e precisi nelle chiusure.

Nagatomo – Strinic 2

Il primo confronto vinto va al Napoli. Il terzino giapponese, nonostante l’impegno, non si sta facendo molto apprezzare per le sue giocate, molte delle quali troppo rischiose. Il difensore croato, da diverse partite, ha trovato la titolarità; relegando in panchina uno come Ghoulam, che è stato fondamentale in questo biennio di Sarri. Il confronto, seppur abbastanza equilibrato, lo vince dunque Strinic.

Gagliardini – Jorginho 1

Gagliardini è il motore di questa Inter, senza di lui la squadra di Pioli va in crisi e fatica a creare il suo miglior gioco. Il centrocampista ex Atalanta è calato un po’ anche lui, insieme a tutti i nerazzurri, ma la sua stagione è sempre migliore di quella di Jorginho. L’italo-brasiliano, infatti, non sta attraversando di certo la sua miglior annata e spesso si è visto scalzare dall’undici iniziale dal giovane Diawara. Punto all’Inter.

Kondogbia – Allan 2

Invertiamo completamente il giudizio rispetto alla sfida precedente. Kondogbia rimane un oggetto misterioso in casa Inter e, dopo un buon inizio sotto la gestione Pioli, è tornato a sfornare prestazione insufficienti. Allan, invece, è sempre una sicurezza tra i giocatori di Sarri: il centrocampista ex Udinese è sempre preciso in fase d’interdizione e spesso si rende anche pericoloso in zona goal.

Joao Mario – Hamsik 2

Confronto faccia a faccia tra i fantasisti delle due squadre. Dai piedi e dagli inserimenti di Joao Mario e Hamsik potrebbe decidersi questo big match. Noi vogliamo premiare però Hamsik che, nonostante l’errore contro il Sassuolo, è sempre uno dei migliori centrocampisti del nostro campionato e uno dei trascinatori del Napoli. Joao Mario, invece, risulta ancora troppo incostante, alternando pericolose folate a momenti di troppa quiete.

Candreva – Callejon 2

Sfida particolare tra due giocatori molto simili. L’esterno della nostra nazionale è sempre nel vivo del gioco; ma, come i suoi compagni, nelle ultime uscite si è spento non riuscendo a segnare con la giusta continuità. Lo spagnolo è un punto fermo di Sarri: corre, regala assist, segna… in poche parole è ovunque. Voto al Napoli.

Icardi – Mertens X

24 gol a 22. Uno è una punta di peso, attaccante centrale. L’altro lo è diventato quest’anno con un azzardo, poi vinto, di Sarri. Il confronto tra questi due giocatori molto diversi, ma vicini in classifica marcatori termina in pareggio. L’argentino segna e trascina, finché può, l’Inter; mentre il belga regala giocate insieme ai suoi due colleghi di reparto.

Perisic – Insigne 2

Il croato nelle ultime partite si è perso clamorosamente. Lo scugnizzo di Napoli è in grande forma e ha già segnato 14 reti fornendo 7 assist ai compagni. Auguriamo a Perisic di riprendersi; ma, in questo momento, Insigne non ha eguali.

Risultato Finale

Secondo la nostra analisi il Napoli vince questo confronto ai raggi X: sono infatti 5 le sfide conquistate dalla banda di Sarri, contro il solo successo dell’Inter e i ben 5 pareggi.  La squadra di Pioli per rialzare la testa dopo un lungo momento buio, il Napoli per riscattare il pareggio di Sassuolo e continuare la corsa al secondo posto…. “che vinca il migliore!”

a cura di Michael Procopio e Valerio Pennati

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI, SEGUICI SU AGENTI ANONIMI