E’ (sempre) tempo di calciomercato. Quello invernale apre ufficialmente oggi. E se non avete fatto in tempo a gustarvi gli acquisti estivi o se li odiate già, potete rifarvi in questa finestra. Alcuni club, infatti, si sono mossi in anticipo, altri attendono il colpo low cost o una semplice pedina per rafforzare la rosa a livello numerico. L’Inter, dal canto suo, ha in mente, come del resto negli ultimi oculati mercati, di perseguire una politica”verde”, basata, cioè, sull’acquisto di giovani talenti del panorama mondiale. Rircorderete Colidio, talento argentino della primavera nerazzurra, Odgaard o lo stesso Gagliardini, arrivato proprio a gennaio due stagioni fa, Skriniar, Politano… insomma, giovani e non giovanissimi alcuni, italiani e non. Anche quest’anno Ausilio e il neo arrivato Marotta non faranno mancare gioie ai tifosi. Tuttavia, il mercato nerazzurro guarda al futuro, non solo immediato, ma anche lontano.

Infatti, è risaputo l’interesse dell’Inter nei confronti di Barella. Corteggiamento nato da circa un anno e che aveva toccato l’apice in estate, proprio durante il calciomercato estivo. I nerazzurri, poi, scelsero altre piste, ma l’idea di portare ad Appiano il capitano del Cagliari non è mai tramontata. La dirigenza nerazzurra vorrebbe un diritto di prelazione per luglio, vista la grande concorrenza del Napoli, che ha chiesto informazioni ai sardi circa la disponibilità di un trasferimento del giocatore nel capoluogo campano, nonché prezzo del cartellino, sicuramente non basso. L’Inter ha comunque buoni rapporti con la società cagliaritana, soprattutto con il presidente Giulini (dal 2005 al 2013 nel CdA del club di via Vittorio Emanuele II) e anche con l’agente del centrocampista, lo stesso di Nainggolan, per intenderci.

Per gennaio, invece, l’Inter prova il gran colpo per la mediana: trattasi di Tonali. Il corteggiatissimo classe 2000 in forza al Brescia piace ad Inter e Juventus su tutti. Il club torinese è in vantaggio, ma i nerazzurri potrebbero approfittare dell’arrivo di Marotta per cercare il sorpasso. L’operazione sarebbe a titolo definitivo, con i nerazzurri che lascerebbero il ragazzo a Brescia fino alla fine della stagione, per poi aggregarlo in gruppo in attesa di capire se mandarlo in prestito per farlo abituare al campionato e ai ritmi della Serie A o tenerlo, in caso, in rosa.

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI