La gara di domani alle 18 tra Inter e Lazio sarà anche una sfida tra i rispettivi capocannonieri delle due squadre, vale a dire Mauro Icardi e Ciro Immobile.

La storia calcistica dei due è piuttosto differente: l’argentino è stabile all’Inter da cinque anni dopo il settore giovanile nel Barcellona e il biennio alla Sampdoria, mentre il centravanti napoletano è alla seconda stagione a Roma, e in precedenza ha cambiato diverse casacche (Juventus, Siena, Grosseto, Pescara, Genoa, Torino e un anno e mezzo sfortunato all’estero tra Borussia Dortmund e Siviglia). Sono allo stesso modo differenti le caratterstiche tecniche: Icardi predilige il gioco d’area, coadiuvato anche dagli assist degli esterni Perisic e Candreva, Immobile invece è più dinamico, in quanto maggiormente incline a cercare gli spazi dalla metà campo in poi.

Tuttavia, molto simile è la loro vena realizzativa, dal momento che viaggiano a una media gol impressionante.

In questo campionato in corso, Icardi ha già segnato 17 gol, mentre Immobile è a quota 16, dei quali ben 13 realizzati nelle prime 9 giornate. Ma a quest’ultimo vanno aggiunte le altre 6 marcature tra Supercoppa italiana, Europa League e Coppa Italia.

Entrambi stanno attraversando un piccolo momento di flessione, poiché l’interista è reduce da prestazioni opache con tanto di rigore sbagliato contro il Sassuolo al “Mapei Stadium”, mentre il centravanti biancoceleste ha segnato una sola volta nelle ultime cinque giornate di campionato.

Considerando, invece, l’anno solare 2017, Icardi conta 27 reti in 34 partite, Immobile 30 in 34 apparizioni.

Inutile dire che tutti e due sono in corsa per la scarpa d’oro, prestigioso titolo continentale. Del resto si tratta di numeri molto importanti, che domani potrebbero essere nuovamente da aggiornare.

Raffaele Campo (@CampoRaffaele)