Inter, dagli sponsor un tesoretto

Il gol all’80’ di Vecino, che ha regalato all’Inter la qualificazione alla prossima Champions League, può valere davvero molto. Attendendo con maggiore sicurezza i dettagli dei ricavi della prossima stagione da parte della UEFA, si può fare comunque una stima di ciò che sarà. Partendo, senz’altro, dalla prossima scadenza nerazzurra: il pareggio di bilancio al 30 giugno 2018. Problema superato anche lo scorso anno. Basterà vendere qualche giovane e azzerare il debito senza troppi ostacoli. Secondo quanto riferisce Calcio&Finanza, i primi introiti verrano dalle sponsorizzazioni: 16 mln da Suning Sports per divisa di allenamento e cessioni del naming rights della Pinetina al colosso cinese. Da aggiungere anche il bonus per il raggiungimento del quarto posto, che si aggira intorno ai 3 mln. Anche Pirelli contribuirà alla crescita dei ricavi: i nerazzurri attendono 10,1 mln dal main sponsor, ai quali si aggiungono i bonus per l’accesso alla Champions (3 mln) per un totale di 13 mln di euro. Anche lo sponsor tecnico, Nike, è pronta a sborsare la stessa cifra per il bonus piazzamento.

Vecino, l’Inter ti ringrazia: ecco quanto vale il gol vittoria

Per la prossima stagione, invece, si deve tener conto dell’incasso per aver raggiunto la Champions League. Per i gironi soltanto la cifra è di 40 mln, a cui si aggiungono i bonus previsti da Suning:

  • 3.500.000 per la prima fase della competizione, prima della pausa invernale
  • 1.500.000 per la qualificazione alla fase eliminazione diretta
  • 1.000.000 per i quarti di finale
  • 2.000 per la semifinale
  • 5.000.000 per la finale
  • 2.500.000 per la vittoria della Champions

Anche Nike e Pirelli sono pronti a premiare i nerazzurri in caso del passaggio dei turni, per un totale di 13 mln; mentre, centrare per due anni consecutivi l’accesso alla manifestazione porterà un aumento del 10% nel contratto stipulato con Beijing Yixinshijie Culture Development, passando da 30 mln a 33 mln. Inoltre, spiega Calcio&Finanza, la fetta maggiore, tuttavia, restano i premi Uefa, per i quali la federcalcio continentale deve ancora ufficializzare i criteri. Tra le certezze, salirà a 15 milioni (dai 12,7 milioni attuali) il bonus per la sola qualificazione alla fase a gironi della Champions League, cifra alla quale andranno aggiunti i premi per il ranking storico: quest’ultimo, se venissero confermate le indiscrezioni di qualche settimana fa, potrebbe valere oltre 20 milioni.

Considerando anche il market pool (leggermente inferiore rispetto al triennio trascorso, da 580 mln a 300 mln) e i bonus ad esso legati:

  • pareggio fase a gironi: 0,9
  • vittoria fase a gironi: 1,5
  • qualificazioni agli ottavi: 9,5
  • qualificazione ai quarti: 10,5
  • semifinali: 12
  • finalista (sconfitta): 15
  • finalista (vincente): 19

La cifra totale potrebbe avvicinarsi agli 82 mln di euro, più incassi legati allo stadio. Se l’Inter dovesse riconfermare gli standard di questa stagione, gli incassi sarebbero davvero importanti.

 

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI