Harry Kane. E’ lui il simbolo di questa Nazionale e colui che ne incarna lo spirito: quello di una squadra che, come un Uragano, si prepara a sconvolgere il calcio internazionale. Ed è proprio lui a decidere la sfida di Wembley fra Croazia e Inghilterra, con una rete che regala i tre punti all’Inghilterra e, allo stesso tempo, punisce sia i vicecampioni del Mondo che la Spagna. Infatti, mentre la Croazia, con la sconfitta, retrocede in Serie B della UEFA Nations League, le Furie Rosse, con la vittoria dei britannici, vengono scavalcati da questi ultimi, non accedendo quindi alle Final Four di Nations League della prossima estate.

Ecco le parole del CT, Gareth Southgate: “Abbiamo dominato durante tutto il match e abbiamo avuto molte occasioni da gol nel primo primo tempo. Abbiamo concesso il gol ai nostri avversari: la situazione di svantaggio ha messo alla prova il nostro carattere. Abbiamo vinto un gruppo difficilissimo. Dal punto di vista del valore e del ranking mondiale è il più difficile. Sono orgoglioso per tutto quello che abbiamo fatto in questo anno. Era tanto tempo che non sentivo tutta questa partecipazione da parte del pubblico di Wembley.”

Poi, il capitano, l’Uragano, Harry Kane, ha rincarato la dose: “È tutto lì, vedere i tifosi come ci hanno incitato e la convinzione che hanno dimostrato. E’ uno dei migliori anni dell’Inghilterra. Potremmo vincere un trofeo. Dobbiamo portare questo slancio nel nuovo anno, abbiamo avuto un anno fantastico, ma non possiamo dormire sugli allori.”

Una squadra giovane, con un’età media di 25 anni e, forse la vera sorpresa dei Mondiali di Russia 2018: questa è l’Inghilterra di Gareth Southgate, preparata per dominare il calcio internazionale dai prossimi Europei del 2020. I talenti non mancano: da Harry Kane a Marcus Rashford, passando per Raheem Sterling, da Dele Alli a Trent Alexander-Arnold, passando per Joe Gomez. Una squadra giovane e promettente, nonostante la Premier League sia il campionato in cui i giovani fatichino di più ad imporsi. Forse manca ancora qualcosa nel reparto difensivo, ma l’Inghilterra sembra pronta a candidarsi ad essere la Nazionale da battere nelle prossime manifestazioni, ed il futuro sembrerebbe essere più che roseo. Una bella iniezione di fiducia per i Tre Leoni, che sono a pronti a scrivere la storia, a partire dalle Finals del prossimo giugno, in Portogallo.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI