Screenshot_2014-09-26-14-15-53-1L’effetto Inzaghi pare svanito il Palermo di Iachini viene a San Siro è detta legge.

Un Milan imbambolato nei 45 minuti senz’anima e grinta, nonostante l’avvio di campionato come ottime prospettive, la classifica rallenta e il gioco rallenta, un primo tempo senza idee e senza un modello di gioco da seguire. Partenza amara per Alex infatti al 3’ minuto il centrale difensivo accusa un problema muscolare e viene sostituito da Zapata che dopo pochi minuti proprio il numero 17 rossonero sbaglia e manda in rete nella propria il gol dell’ 1-0 rosa nero.

A questo punto il riscatto del Milan? Neanche per sogno infatti Dybala uno dei migliori in campo va via a Zapata che lo atterra e sorprende Diego Lopez e porta la squadra ospite sul 2-0.

Nel secondo tempo si comincia con un 4-2-3-1, entra El Shaarawy al posto di Poli e si vede un Milan un po più coraggioso, proprio il Faraone ci prova dal limite dell’area ma la palla sfiora il palo alla sinistra di Sorrentino, ultimo cambio per gli uomini di Inzaghi fuori Honda un po sottotono dentro Pazzini per dare un po di grinta ma niente da fare, il Palermo si chiude e mantiene il risultato.

Il Palermo si prende San Siro il quale trova una squadra sconosciuta a tutti senza idee ma soprattutto con tanta strada da percorrere per arrivare nella zona alta della classifica per non dimenticare che sabato prossimo c’è la Sampdoria a Genova la quale occupa un terzo posto meritato.

Inzaghi subito a lavoro e strigliare per bene i suoi, perché i primi fischi della sua gestione stasera li ha sentiti e come.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.