Con la sessione di calciomercato cosiddetto “di riparazione” alle porte, si iniziano ad intravedere i primi approcci tra società alla ricerca di perfezionare gli organici attuali, sia in entrata che in uscita. La Juventus, com’è noto, ha da gestire alcuni esuberi: il primo nome sulla lista è quello di Moise Bioty Kean, 18enne attaccante che, per via di ovvie ragioni, non è riuscito a ritagliarsi spazio necessario in questo inizio di stagione.

Il millennial bianconero, punto fisso della Nazionale Under 21 di Gigi Di Biagio e fresco di esordio anche con quella maggiore di Roberto Mancini, è al centro dei discorsi intavolati nei giorni scorsi tra il Bologna e la Juventus. Bigon e Paratici, infatti, si sarebbero recentemente incontrati in quel di Milano per discutere della possibilità di un trasferimento semestrale del giovane calciatore in Emilia; il passaggio ai rossoblù  potrebbe giovare ad entrambe le parti, con il club guidato da Filippo Inzaghi che si garantirebbe una punta di spessore e Kean che potrebbe trovare continuità di impiego.

Nonostante le parole di Allegri, il quale vorrebbe mantenere il ragazzo in rosa, la Juventus sembra propensa a concedere il prestito al Bologna, che, nel mentre, ha coinvolto nella discussione anche un altro calciatore bianconero, vale a dire Stefano Sturaro. Il centrocampista sanremese (che è da tempo ambito anche dal Genoa) ufficialmente risulta in prestito allo Sporting di Lisbona, ma in realtà, come da accordi con la società portoghese, non si è mai mosso da Torino a causa della terapia da eseguire per ristabilirsi dall’infortunio che lo tormenta sin dall’estate scorsa.

La situazione di Sturaro è tuttavia differente rispetto a quella che riguarda Kean, in quanto la dirigenza bianconera sarebbe anche propensa a cedere definitivamente il mediano, al contrario del centravanti che reputa invece punto fermo per il futuro. Costo del cartellino e ingaggio, però, potrebbero rappresentare un investimento importante per le casse del club emiliano, che dunque spingerà, almeno inizialmente, per un prestito secco a cui la Juventus potrebbe anche rispondere in maniera positiva, annullando di fatto gli accordi presi con lo Sporting.

E.Menegatti (@44gattdernesto)