Ander Herrera, 28enne centrocampista spagnolo del Manchester United, è finito nel mirino delle accuse relative ad alcune presunte partite truccate dal Real Zaragoza durante la stagione 2010/2011.

Nello specifico, la partita maggiormente incriminata è Levante – Real Zaragoza, risalente al 21 maggio 2011 e terminata con il risultato di 1-2.

Il caso è stato riaperto negli ultimi giorni dal giudice a Valencia e l’ufficio dei procuratori anticorruzione spagnolo ha riaperto le indagini a causa di alcuni presunti pagamenti utili a truccare l’esito finale dell’incontro.

Il nome di Herrera, che all’epoca aveva 21 anni e giocava nel Real Zaragoza, è presente tra quelli citati nel processo legale e dunque potrebbe essere coinvolto, nonostante continui a dichiararsi innocente, così come aveva già fatto nel 2014: “Non ho mai avuto e non avrò mai nulla a che fare con la manipolazione dei risultati delle partite. Se mai sarò chiamato a testimoniare in un’audizione giudiziaria sarò felice di partecipare, poiché la mia coscienza è totalmente pulita. Amo il calcio e credo nel fair play, sia dentro che fuori dal campo”.

La vicenda che ha coinvolto il centrocampista arrivato a Manchester nel 2014 potrebbe minare la tranquillità dello United di Mourinho, che finora ha utilizzato Herrera in 29 partite tra Premier League, FA Cup, Champions League, coppa nazionale inglese e supercoppa europea.

Giuseppe Lopinto