Il suo è uno dei nomi che verrà scritto più spesso nei quotidiani sportivi (e non) di tutta Europa. Stiamo parlando di Eden Hazard, folletto belga che da qualche stagione sta incantando il pubblico dello Stanford Bridge.

In realtà del futuro di Hazard si parla, molto, già da questa estate. Perso Cristiano Ronaldo, il presidente del Real Madrid Florentino Perez aveva individuato proprio nel 10 dei Blues il campione che potesse sostituire CR7 nel cuore dei tifosi dei Blancos. Non è infatti un mistero che, a sua volta, il belga avrebbe voglia di provare l’esperienza spagnola e che tante volte ha dichiarato che il suo sogno, sin da bambino, era quello di calcare i campi del Santiago Bernabeu.

Il talento del Chelsea è tornato a parlare ai microfoni di “Canal Plus” parlando, ovviamente, del suo futuro e di dove si vede nella prossima stagione calcistica: “A giugno mi resterà ancora un anno di contratto. Se non prolungherò è possibile che me ne vada. Come potrei invece rimanere al Chelsea a vita. Di sicuro però non partirò a gennaio, non farei mai una cosa del genere al club e ai tifosi”.

Nel’ultimo periodo si erano fatti insistenti i rumors che volevano il PSG interessato ad assicurarsi le prestazioni sportive di Eden Hazard. Lo stesso giocatore ha ammesso che dei contatti ci sono stati ma non vede un futuro nella capitale spagnola: “Io al Psg? Ho avuto dei contatti con il club ma non mi attira. Come ho sempre detto se tornerò in Ligue 1 sarà per vestire ancora la maglia del Lille”.

Insomma, dopo la prima sconfitta stagionale (partita persa per 3-1 in casa degli Spurs) Maurizio Sarri deve fronteggiare anche le prime, fastidiose, voci di calciomercato che riguardano il suo giocatore più rappresentativo.

La speranza per i tifosi del Chelsea è che alla fine prevalga l’ottimo rapporto, sfociato in una vera e propria ammirazione reciproca, che c’è tra l’allenatore toscano e il talento belga e che quindi il loro numero 10 possa calcare il campo di Stanford Bridge ancora per tanto tempo