MILAN

VOTO: 6

Campionato dai due volti per il Milan: il girone d’andata è stato molto complesso con il tecnico Mihajlovic che ha dovuto fare gli straordinari per trovare la completa quadratura del cerchio, mentre in queste prime 11 giornate di ritorno le cose sono andate migliorando. Dall’inizio del ritorno il Milan ha collezionato 5 vittorie, 5 pareggi e una sola sconfitta, risalendo dall’ottavo al sesto posto. A questo va aggiunta anche la qualificazione alla finale della Coppa Italia. Bisogna fare i complimenti a Mihajlovic per quello che è riuscito a tirare fuori dai suoi giocatori, riuscendo a ridare vita ad un Milan assente da diverse stagioni. La rosa sicuramente non è al livello delle prime 3/4 squadre del campionato e quindi la sufficienza è sicuramente meritata per i rossoneri e soprattuto per Mihajlovic. Sufficienza che potrebbe essere stata anche più corposa (6,5), ma il mezzo voto in meno è dato dalle ultime tre giornate, in cui i rossoneri hanno collezionato una sconfitta con il Sassuolo e due pareggi con Chievo e Lazio. Due punti in tre gare che sembrano ormai aver tagliato fuori il Milan dai giochi per la Champions League.

TOP: BACCA

Sicuramente il miglior acquisto del mercato estivo rossonero. Trenta milioni ben spesi dai rossoneri che sono tornati a rivedere a San Siro un vero attaccante con il fiuto del goal, capace di segnare anche alla prima occasione utile. Le 14 reti stagionali in 30 gare ne sono la prova e inoltre permettono a Bacca di essere al secondo posto della classifica cannonieri insieme a Dybala. Un vero e proprio colpo di mercato che sta confermando le grandi cose fatte vedere a Siviglia.

FLOP: BALOTELLI

Il premio di flop va di diritto a Balotelli. L’attaccante italiano è arrivato in estate dal Liverpool con la formula del prestito e con metà stipendio pagato dal club inglese. Il Milan doveva essere l’ultima chance nel calcio che conta per Super Mario, che sperava di ritrovarsi con la maglia rossonera. Questa è stata però una nuova stagione da dimenticare per Balotelli che ha trovato il goal solo con l’Udinese, prima di stare fuori diversi mesi per una fastidiosa pubalgia. Dal rientro l’attaccante, a parte i 2 goal in Coppa Italia, non è mai stato veramente decisivo e questi, salvo imprevisti, saranno gli ultimi mesi a Milano per Super Mario.

CHI SARA’ DECISIVO? MONTOLIVO

Grande stagione del capitano rossonero che sembra essere finalmente rinato grazie alla cura Mihajlovic, tanto da ottenere di nuovo la convocazione in Nazionale. Montolivo è risultato essere il vero perno del centrocampo del Milan grazie alle sue geometrie e ad una riscoperta dote di “recupera palloni”. Nonostante la carta d’identità segni ormai 31 anni, la vera sorpresa per queste ultime giornate può essere proprio il capitano rossonero. La sconfitta con il Sassuolo e il pareggio con il Chievo sono arrivati proprio con l’assenza di Montolivo: casualità? non credo…

Valerio Pennati