La dodicesima giornata di Serie A non presenta dei veri e propri big match, ad eccezione del sentito e sempre spettacolare scontro tra Genoa e Sampdoria: il 115° derby della Lanterna andrà con ogni probabilità in scena questa sera alle 20:45. Infatti il match allo stadio Ferraris sarebbe a rischio per allerta meteo: la Protezione civile ha reso noto che a partire dalle 21 di stasera l’allerta giallo si trasforma in arancione, quella più elevata in caso di pioggia, su Genova. Le autorità dovranno decidere se far giocare la partita o meno, ma intanto noi siamo pronti ad analizzare questo derby ai raggi X, confrontando i 22 giocatori che scenderanno in campo ruolo per ruolo. La regola è sempre la stessa: 1 se a vincere sarà un genoano, 2 se il punto andrà ad un doriano ed X se il confronto terminerà in pareggio.


Perin – Viviano X

In una sfida che negli ultimi 18 precedenti ha visto la bellezza di 39 goal realizzati, le prestazioni di Viviano e Perin saranno nodi cruciali. I due portieri italiani, reduci dallo stesso identico infortunio al legamento crociato del ginocchio sinistro, sono pronti a sporcarsi le mani per la partita più sentita dell’anno e provare così a mantenere la porta inviolata. Entrambi potrebbero essere decisivi con parate importanti, aiutando la propria squadra ha conquistare questo 115° derby della Lanterna. Propendiamo quindi per un giusto pareggio… sarà il campo a stabilire il migliore questa sera.

Rosi – Bereszynski 2

Il punto della sfida tra i due terzini destri finisce nelle mani della Sampdoria. Il giovane difensore italiano, giocherà in una posizione più avanzata ma, come rendimento, è ben sotto al collega doriano che, nel suo ruolo, è decisamente uno dei migliori prospetti di questo campionato. Il risultato non cambierebbe anche con l’inserimento di Lazovic che, a differenza di Rosi, ha maggior spinta. Punto alla Sampdoria.

Izzo – Silvestre 1

Il genoano vince, anzi stravince questo confronto. Non ce ne voglia il difensore argentino, ma lo “scugnizzo” di Juric è una spanna sopra fin dalle scorse giornate, quando è rientrato dalla squalifica. La Sampdoria, invece, diverse volte ha subito reti a causa di disattenzioni difensive e Silvestre ha commesso degli errori spesso gravi. Punto al Genoa.

Rossettini – Regini X

L’ex difensore del Torino è arrivato a Genova per dare maggiore equilibrio ed esperienza ad un reparto difensivo che nelle ultime stagioni ha subito troppe reti. Tuttavia il valore del giocatore è pari al collega doriano che, come detto anche per Silvestre, commette spesso degli errori che, in partite del genere, possono costare caro. Sulla carta riteniamo il pareggio il risultato più giusto, anche qualora dovesse partire tra i titolari Ferrari: l’esperienza di Rossettini fa propendere anche in questo caso per la X.

Zukanovic – Strinic 2

Il difensore bosniaco giocherà in una posizione più arretrata rispetto al terzino ex Napoli, che sicuramente spingerà di più creando grattacapi alla retroguardia genoana. Proprio per questo motivo, diamo il punto alla Sampdoria.

Bertolacci – Praet 2

Il talento doriano non ha ancora espresso totalmente le sue doti nel nostro campionato, ma sta iniziando a dare continuità a buone prestazioni, tant’è che Giampaolo non lo ha più tolto dal suo undici ideale. Bertolacci invece, sarà anche per una condizione fisica ancora precaria, non ci sembra però riesca a tornare quello della sua prima esperienza al Genoa pre parentesi al Milan. Puntiamo quindi sul ragazzo Belga.

Veloso – Torreira 2

Il centrocampista Genoano è spesso tra i migliori dei suoi. Grande visione di gioco e un piede invidiabile, ma Torreira quest’anno è un mostro (visto che siamo anche nel periodo Halloween). Goal, prestazioni maiuscole per l’uruguaiano che detta anche legge a centrocampo, riuscendo a fare benissimo sia la fase offensiva che quella difensiva: gli ottimi risultati della Samp passano anche dalla sua gestione della partita.

Laxalt – Linetty X

Da sempre il punto debole di Laxalt è stata la costanza. L’altalena di prestazioni ci porta a considerarlo alla pari di Linetty, esterno avanzato (alle volte anche trequartista) col fiuto del gol. Il doriano ha sempre risposto presente alle chiamate di mister Giampaolo. Ottima spalla per le punte blucerchiate, ma che ci sembra si addormenti in alcune parti della partita (soprattutto quando c’è da fare la fase difensiva). Sfida equilibrata sulla carta.

Rigoni – Ramirez X

Due percorsi opposti per ritrovarsi di fronte: Rigoni, partito mediano, è arrivato a giocare davanti per garantire un 3-4-3 un po’ meno spregiudicato per gli uomini di Juric. Viceversa, Ramirez, una volta attaccante puro, deve ora bilanciare gli equilibri del tandem di attacco Quagliarella-Zapata. Giocatore di temperamento il primo, genio e sregolatezza il secondo: difficile trovare vincitori e vinti in questo confronto.

Taarabt – Zapata 1

Tecnica, velocità e dribbling si scontrano con forza fisica e fiuto del gol. In una stracittadina che per certo si rivelerà incandescente, la fisicità farà da padrona, ma il lampo di genio potrebbe rivelarsi l’ago della bilancia. E in quest’ottica, il Grifone potrebbe trovare nel marocchino la carta vincente.

Lapadula – Quagliarella 2

In questo caso a fare la differenza è senza dubbio il bagaglio di esperienza. Lapadula potrebbe essere la sorpresa di questo derby, forte della voglia di rifarsi dopo le ultime prestazioni incolore. Quagliarella, invece, sarà per i blucerchiati la solita garanzia. Inevitabile 2 in questo testa a testa.


Secondo la nostra analisi la Sampdoria vince questo scontro ai raggi X: sono ben 5 i successi della squadra di Giampaolo contro i 2 punti della banda di Juric e i ben 4 pareggi. Guardando ai rispettivi momenti di forma ovviamente la Sampdoria è la chiara favorita in questa stracittadina ligure, ma un derby è pur sempre una partita a sé stante e quindi il Grifone potrebbe trovare delle motivazioni in più per regalare una gioia ai propri tifosi e confermare anche il tecnico Juric in panchina… Quindi che vinca il migliore!

a cura di Gabriele Restivo (@restivogabriele), Michael Procopio (@Michael_Proc), Marco Ivaldi e Valerio Pennati (@ValerioPennati)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI