Stop alle entrate

Dopo un mercato scoppiettante, con gli arrivi di grandi nomi come Marchetti, Criscito, Romulo, Sandro, Favilli e Lisandro Lopez (siamo alle firme), il ds Giorgio Perinetti ha dichiarato conclusi gli affari in entrata. C’è da credergli? Gli uomini del calciomercato sono un po’ come dei giocatori di poker; sigaro in bocca, rapido scambio di sguardi per cercare di cogliere il bluff, uomini guardinghi e gelosi delle proprie carte. Pronti al colpo vincente. Dunque, la risposta alla domanda è nì. Diamo per buone le parole di Perinetti (tra l’altro sempre molto diretto e gentile), ma non abbassiamo la guardia. Perchè il gioco del mercato non permette errori e guai a lasciare il tavolo prima della fine.

“Ci piacevano due giocatori del Palermo”

Oltre al “sogno” Bertolacci (ma quanta difficoltà a trattare col Milan), il ds del Genoa ha dichiarato al sito Mediagol.com che la società ligure era interessata anche a due giocatori del Palermo, senza tuttavia specificarne i nomi: “Ora che abbiamo chiuso il mercato in entrata, posso ammettere che un paio di giocatori del Palermo avevano stimolato il nostro appetito. Abbiamo fatto però altre scelte e abbiamo deciso di dedicarci ai movimenti in uscita. Nomi non ne faccio, ma nella vostra lista c’erano diversi profili dei rosanero che ci stuzzicavano“. Tra il dire e il non dire (tecnica di vecchia scuola) un aiutino ve lo diamo noi: i nomi dovrebbero essere quelli dell’attaccante Nestorovski e del difensore Andrea Rispoli. Sicuramente, due profili interessanti. Ora, però, che manca poco alla chiusura del mercato, non alzatevi dal tavolo. Continuate a giocare con noi e attenti alla prossima mossa, al colpo vincente.

A cura di Filippo Angelo Porta (@FilippoPorta)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI