Il club della famiglia Stirpe è il primo a lanciare un’iniziativa del genere in Italia: i soldi raccolti serviranno per investire sulle strutture all’interno e nelle vicinanze del nuovo stadio

Il Frosinone continua a guardare verso il futuro, dopo la realizzazione dello stadio di proprietà. La campagna di crowdfunding lanciata lo scorso dicembre si è rivelata un successo: raggiunta quota 1 milione di euro. L’obiettivo è quello di collocare, attraverso la piattaforma di fanfunding Tifosy, mini-bond utili per il finanziamento di diverse opere all’interno e nelle immediate vicinanze del Benito Stirpe, tra cui il Frosinone Village, lo store ufficiale della società, un fast food, un centro medico per la diagnostica, una palestra, un punto di ristoro nel settore ospiti e la riqualificazione dell’anello intorno allo stadio con docce e spogliatoi.

Queste iniziative hanno lo scopo di far vivere lo stadio non solo il giorno della partita ma h24 durante tutta la settimana. Così facendo la nuova casa del Frosinone diventerebbe un vero e proprio centro di aggregazione non solo per i tifosi ma per l’intera cittadinanza.

a cura di Antonio Alicastro