Una delle note più positive di questa Atalanta 2016/2017, oltre ai giovani del vivaio che hanno fatto e stanno tuttora facendo la differenza, è Remo Freuler, centrocampista svizzero classe 1992.

Arrivato a gennaio 2016 dal Lucerna, il calciatore, dopo un primo periodo di rodaggio, a suon di ottime prestazioni ha conquistato l’intero ambiente nerazzurro. Peraltro, i tifosi adesso lo chiamano “Iceman” per via della sua tenacia e della sua sicurezza. E sabato contro il Bologna ha realizzato il suo quarto gol in campionato.

In un’intervista rilasciata alla sezione sportiva dell’importante sito svizzero www.blick.ch, Freuler ha raccontato più dettagliatamente questa sua esperienza italiana: “Io e i miei compagni di squadra vogliamo l’Europa League. Il 3-4-3 di Gasperini è perfetto per il mio stile di gioco. Qui a Bergamo c’è una grande euforia e una grande passione da parte dei tifosi, i quali a volte mi fermano per strada per chiedermi una foto con loro. Questa è una bella differenza rispetto alla Svizzera. Quando sono arrivato il problema principale è stata la lingua, conoscevo a malapena una parola di italiano. Il mio esordio in A contro l’Empoli è stato buono, un pò meno invece il match successivo contro la Sampdoria”.

Prosegue Freuler: “L’Atalanta è un grande club, tradizionale ma anche molto importante per la formazione di noi calciatori. La città mi piace molto, venire qui è stata la scelta giusta. Oltre che a far bene in nerazzurro, punto anche a giocare il Mondiale 2018: è il mio grande obiettivo. Ma per arrivarci, devo continuare  a far bene qui”.

Raffaele Campo  (@CampoRaffaele) e Gabriele Amerio (@gabrieleamerio)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI