Dodicesimo allenatore esonerato in serie B in 15 partite. Squadra affidata a Pavone in attesa del nuovo allenatore e venerdì c’è la Cremonese…

Ancora un esonero in serie B. Il dodicesimo. Sembra non trovare pace il campionato cadetto. Dopo Suazo, Tedino, Stroppa, Bisoli, Mandorlini e Lucarelli (per citare i più famosi), anche a Foggia ne fa le spese il tecnico. Un’epidemia che non conosce cura, ma che nella maggioranza dei casi tranne a Crotone, dove hanno cambiato due volte e Carpi, ha portato miglioramenti in classifica. Di questi dodici, due furono allontanati a luglio. Si tratta di Cosmi (Ascoli) e Sottil (Livorno), sostituiti rispettivamente da Vivarini e Lucarelli (a sua volta sostituito da Breda solo 4 giornate fa).

Una tendenza in continua crescita se pensiamo che l’anno scorso e due anni fa, gli allenatori esonerati a questo punto, si contavano sulla punta delle dita di una sola mano. Ma si sà: se nel calcio si perde, la colpa è sempre dell’allenatore. Un ritornello che ormai chi segue il calcio ha imparato a memoria, il tecnico è sempre il primo responsabile. Anche perché dopo qualche ko è difficile cambiare tutta la squadra, più semplice sostituire un solo uomo. Mai come quest’anno in Serie B gli allenatori non possono dormire sogni tranquilli. “Mangiare il panettone” è ufficialmente diventato un obiettivo stagionale per i coraggiosi tecnici del campionato cadetto.

Anche Grassadonia paga quindi, gli ultimi risultati deficitari della sua squadra e lascerà il posto sulla scottante panchina rossonera. Il candidato numero 1 a sostituire il tecnico di Salerno sarà molto probabilmente Delio Rossi, ma si pensa anche a Del Neri. Oggi c’è stato un summit in società, presenti anche il DS Nember ed alcuni giocatori (Agnelli, Iemmello e Mazzeo). Così i fratelli Sannella al termine della riunione: “Dispiace per Grassadonia. Stiamo valutando alcuni profili. Il prossimo allenatore sicuramente dovrà avere carisma, perché in questo momento c’è bisogno di un trascinatore, anche perché non è un momento felice per tutti. Del Neri e Delio Rossi? Sono due bravi allenatori. Vedremo“.

A cura di Fabio Casalucci  @FabioCasalucci

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI