Enfant prodige, il nome del padre che pesa sulle sue spalle, piede raffinato e cuore viola. Ecco chi è Federico Chiesa. Uno tra i più chiacchierati giovani del nostro calcio, esploso due anni fa e consacrato l’anno scorso, con un campionato davvero meraviglioso. Fresco di rinnovo con la sua Fiorentina fino al 2022, Chiesa ha dimostrato attaccamento alla maglia e alla città, rifiutando le offerte di club prestigiosi come Napoli e Inter. In una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport ha dichiarato:

Ringrazio il presi­dente del Napoli e Spalletti. I lo­ro elogi mi lusingano, vuol dire che sto facendo bene. Devo con­tinuare così. Ho appena firmato il contratto e mi immagino un lungo percorso in viola. Però in questo momento l’unico pensie­ro è di disputare una bella parti­ta con la Lazio. Ho ancora tanto da crescere e dimostrare.

PERCHE’ RINNOVARE CON LA FIORENTINA?

Perché la Fiorentina ha puntato su di me negli ultimi 10 anni. E perché c’è un progetto interes­sante. Mio padre ha alzato una Coppa con la maglia viola. An­che a me piacerebbe vincere una Coppa con la Fiorentina.

GIOVANI TALENTI E IDOLI:

Ci sono giovani fortissimi come Cutrone e Barella. Idoli? Seguo Griezmann e Di Maria.

BERNARDESCHI:

Ci sentiamo spesso al telefono. Bernardeschi non è ancora di­ventato un giocatore decisivo nella Juventus, ma sono sicuro che diventerà un campione. E’ un grande prospetto del calcio italiano.

PROGETTO VIOLA:

Quest’anno la società ha aper­to un nuovo ciclo. Siamo giova­ni, abbiamo voglia di emergere. Non dobbiamo avere obiettivi fissi.

CONFRONTO COL PADRE ENRICO:

Mio padre? Abbiamo una cosa in comune: ingobbirmi quando scatto. Spesso riguardo i video con i suoi gol. È stato un grande.

 

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI