Mancano ancora 10 giorni alla data di apertura della sessione invernale di calciomercato, ma la Fiorentina è già molto attiva sul fronte acquisti.

La priorità è quella di ingaggiare un nuovo attaccante, complice la scarsa vena realizzativa di Giovanni Simeone, autore di soli 4 gol in 17 partite.

Nelle ultime ore, i nomi più caldi in entrata, citati da Nicolò Schira de La Gazzetta dello Sport, riguardano due vecchie conoscenze del calcio italiano.

Il primo è Luis Muriel, colombiano classe 1991 in forza al Siviglia. Dopo una prima stagione in Italia nel 2011 da wonderkid ventenne a Lecce, l’attaccante nato a Santo Tomás ha militato tra le fila di Udinese e Sampdoria, dove ha siglato complessivamente 29 gol in 114 partite. Si è trasferito in Andalusia nell’estate del 2017 e, con la maglia dei rojiblancos, ha segnato finora 14 gol. Un suo passaggio in viola garantirebbe al club toscano e all’allenatore Stefano Pioli maggiore dinamismo e imprevedibilità negli uno contro uno, soluzione con cui molto spesso ha messo in risalto le sue qualità nel dribbling.

Il secondo nome che potrebbe andare a rimpolpare il pacchetto avanzato del club dei Della Valle è quello di Manolo Gabbiadini. Anch’egli vecchia conoscenza del calcio italiano, gioca nel Southampton dal gennaio 2017 dopo una sfortunata avventura al Napoli. Una grande continuità aveva accompagnato il suo primo periodo in Premier League, ma la sua prolificità sotto porta è andata pian piano diminuendo, precludendogli in più occasioni la possibilità di partire tra gli undici titolari dei Saints. Appena 12 presenze in questa prima parte di stagione, la maggior parte delle quali da subentrato, gli hanno permesso di ottenere un misero bottino di un gol all’attivo. Rispetto a Muriel, Gabbiadini è un calciatore in grado di offrire maggior peso all’interno dell’area di rigore e grandi capacità balistiche dalla lunga distanza. Titolare nella tristemente storica partita Italia – Svezia a San Siro, l’attaccante scuola Juventus non è più rientrato stabilmente nel giro della nazionale dopo quella notte infausta. La Fiorentina rappresenterebbe per lui una grande chance di rilancio, l’ennesimo tentativo di ritornare il calciatore visto prima con la maglia del Bologna e poi con quella della Sampdoria.

La tipologia di offerta che la Fiorentina è intenzionata a formulare è la stessa: prestito con diritto di riscatto. Gli spagnoli chiedono 12 milioni per lasciar partire il colombiano, gli inglesi sembrerebbero maggiormente disposti a trattare, ma l’oneroso ingaggio dell’attaccante lombardo potrebbe rivelarsi un ostacolo difficile da aggirare.

Giuseppe Lopinto

Fiorentina