Non c’è dubbio che una delle note più positive del campionato fin qui non troppo convincente della Fiorentina si chiami Federico Bernardeschi. Quella che sta per terminare è stata senza dubbio la stagione della definitiva consacrazione del carrarese classe 1994. Quattordici gol e cinque assist in quaranta presenze tra campionato e coppe, questi i numeri del 10 viola, che con il passare del tempo ha assunto un vero e proprio ruolo da leader dell’attacco di Paulo Sousa.

Non è una notizia che diverse squadre, italiane e non, abbiano da tempo messo gli occhi su di lui. Juventus e Inter sembrano le più interessate al gioiellino viola e non è da escludere che nel corso della sessione estiva possano presentare un’offerta importante. In quel caso la decisione spetterebbe a lui. La società infatti è estremamente decisa a trattenerlo. A fine stagione lo stesso Andrea Della Valle proverà a convincere personalmente il fantasista ad accettare l’offerta di rinnovo.

Bernardeschi veste la maglia viola praticamente da sempre. A parte una breve parentesi al Crotone infatti l’attaccante ha svolto l’intera trafila delle giovanili, fino ad esordire in Serie A con quella maglia nel 2014. Sarebbe bello,in un calcio in cui le bandiere sono a rischio estinzione, che il numero 10 possa rimanere al Franchi, ma un conto è il romanticismo e un altro è la carriera di un ragazzo di 23 anni. Molto dunque dipenderà anche dai risultati e dal progetto della società viola che, è bene ricordarlo, è comunque ancora in corsa per i preliminari di Europa League. Sicuramente a fine campionato sapremo qualcosa in più sul futuro di Federico Bernardeschi.

di Andrea Carbonari

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI