Passano gli anni e le novità aumentano, anche il calcio è un settore che deve necessariamente andare di passo con la tecnologia ed è soggetto a diverse innovazioni, basti pensare al VAR, introdotto con decisione solo la scorsa stagione, o alla quarta sostituzione nei tempi supplementari, utilizzata solo a partire dal recente Mondiale in Russia.

Secondo quanto riferito da Sport Bild, presto potrebbero esserci delle novità riguardo i trasferimenti dei calciatori a titolo temporaneo, con l’intenzione, da parte della Fifa, di limitare il numero dei giocatori cedibili in prestito, fissando tale numero a otto: la nuova norma non prevederebbe però dei limiti per gli under 21 cresciuti nel club d’appartenenza e con contratti lunghi.

L’intenzione è quella di porre un limite a un fenomeno che non è certo positivo per il calcio internazionale: Chelsea e Manchester City, con rispettivamente 40 e 28 giocatori ceduti a titolo temporaneo, insieme superano quelli che si sono trasferiti in Spagna nella Liga proprio con tale formula (58).

Tale fenomeno ha preso il sopravvento anche in Italia: anche qui è prima la Juventus, che ha diminuito da 45 a 28 i calciatori ceduti in prestito, anche se bisogna considerare per le squadre minori come questo serva a nascondere delle difficoltà economiche, basti pensare al caso Parma (e la fine che ha fatto) di qualche anno fa, con i ducali che avevano tesserato, nella stagione 2014-2015, per poi cederne la gran parte con tale formula, ben 230 atleti.