Italia, ora tocca a te. Alle 20:45 di questa sera gli azzurrini di Di Biagio esordiranno nell’Europeo U21 affrontando l’insidiosa Danimarca. A Cracovia, difatti, sarà necessario che i nostri ragazzi scendano in campo con la giusta mentalità, così da cominciare bene l’avventura continentale conquistando i primi 3 punti e, di conseguenza, praticamente ipotecando il passaggio del turno. La storia dice di puntare sull’Italia: la nostra Nazionale U21 ha vinto ben cinque titoli U21 in 12 anni tra il 1992 e il 2004 (tre di fila nel 1992, 1994 e 1996, e altri due nel 2000 e 2004.) avvicinandosi al sesto nel 2013 laureandosi vice campione d’Europa dietro la Spagna. Sicuramente la Danimarca sarà un avversario ostico, in grado di contare anche su individualità importanti come Ingavartsen del Nordsjaelland, 8 reti nelle qualificazioni, e Zohore, ex conoscenza del calcio italiano ma passato per Firenze senza mai riuscire a lasciare veramente il segno. Le statistiche, essendo l’Italia imbattuta con 4 vittorie e 3 pareggi (12 reti fatte e 6 subite), sono praticamente tutte a nostro favore, anche perchè la Danimarca non ha mai vinto contro gli azzurri, nemmeno nell’ultimo match, disputato a novembre scorso a Bergamo (0-0). La speranza è che il trend non s’inverta proprio questa sera…

Come arrivano le due squadre?

ITALIA – Sarà 4-3-3 per l’Italia con Donnarumma in porta, Conti e Barreca sulle fasce, Rugani e Caldara al centro della difesa. Pellegrini, Gagliardini e Benassi in mezzo al campo. Berardi, Petagna e Bernardeschi invece formeranno il tridente offensivo. Il nostro c.t., Gigi Di Biagio, è carico in vista dell’esordio: “I ragazzi sono concentrati su tutte le partite che devono giocare qui in Polonia. La prima partita è sempre la più importate soprattutto con questa formula del torneo. La Danimarca è una squadra cresciuta tantissimo negli ultimi anni, è molto organizzata e propone un bel calcio. Li abbiamo visionati e analizzati ma il focus deve essere su noi stessi. Voci su Donnarumma? Secondo me, per lui, deve essere un motivo di crescita, deve essere un modo per rafforzare la personalità e trovare un equilibrio giusto. Non avrà sicuramente problemi”.

DANIMARCA – Sarà invece 4-2-3-1 con Hojbjerg, Holst, Banggard, Maxso e Blabjerg in difesa. Christensen e Norgard in mezzo. Hjulsager, Andersen e Zohore sulla trequarti, Ingvartsen centravanti. Il c.t. della Danimarca, Niels Frederiksen, parla così prima del match: “Non vediamo l’ora di giocare, sappiamo che l’Italia è forte ma ci siamo preparati al meglio”.

ARBITRO – Kružliak (Slovacchia)

A cura di Giacomo Lattuada (Twitter: @LattuadaGiacomo)
PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUITECI SU AGENTI ANONIMI!