Missione compiuta per la Lazio che archivia la pratica qualificazione in 45 minuti e ribalta completamente la sconfitta dell’andata per 1-0 sul campo dello FCSB. La squadra di Inzaghi sblocca il punteggio al settimo con una rete del solito Ciro Immobile e va al riposo con un confortante 3-0. Nel secondo tempo i biancocelesti controllano il match e dilagano fino al 5-1 finale.

La partita

Nel secondo tempo della gara di andata la Lazio era andata più volte vicino al goal del 1-1, ma la sfortuna sembrava aleggiare intorno alla squadra di Inzaghi. Che la partita di ritorno sarà completamente diverse lo si intuisce dopo pochissimi minuti: al settimo minuto Lulic crossa benissimo per Immobile che stoppa di petto e in mezzo alla difesa dello Steaua spedisce la palla alle spalle di Vlad. Dopo soli tre minuti gli ospiti sfiorano il pareggio con un tiro alto di Budescu dal limite dell’area. Da qui inizia un monologo laziale con i biancocelesti che vanno più volte vicino al raddoppio: il 2-0 si concretizza però solo 35° minuto grazie all’incornata di Bastos sull’angolo di Luis Alberto. La squadra di Inzaghi, nonostante il doppio vantaggio, continua a macinare gioco e si vede annullare – nemmeno 5 minuti dopo – il possibile goal del 3-0, siglato da Parolo in posizione di fuorigioco. Poco più tardi è Anderson a sfiorare il 3-0, ma il triplice vantaggio si concretizza al 43° minuto: il brasiliano si trasforma in assist man e serve ad Immobile un pallone che l’attaccante spedisce in rete. Primo tempo praticamente perfetto per la Lazio.

Al rientro dall’intervallo Felipe Anderson trova anche la gioia personale, siglando la rete del 4-0 con un destro chirurgico da fuori area che si insacca alle spalle di Vlad. Qualche minuto dopo lo Steaua va vicino al goal con il palo di Coman dopo un rinvio sbagliato da Lulic. È lo stesso bosniaco che, due minuti dopo, sfiora la rete del 5-0 con Vlad costretto a salvare in angolo. Il ritmo cala fino al 71° quando Felipe Anderson sguscia via tra le maglie della difesa ospite e serve un cioccolatino a Ciro Immobile che lo scarta, mandando a vuoto un difensore e il portiere Vlad, regalandosi così la tripletta personale. Nel finale spazio per il goal della bandiera del FCSB: Gnohéré  uomo del match dell’andata – viene lasciato colpevolmente solo a centro area e, grazie ad un rimpallo fortunoso con Strakosha, spedisce la palla in rete.

Il migliore in campo

Assolutamente Ciro Immobile, mattatore dell’incontro con una tripletta. All’andata con l’attaccante azzurro in campo fin dall’inizio sarebbe potuta finire diversamente. Inzaghi fa un “mea culpa” e lo rimette titolare per questa gara di ritorno: Immobile ringrazia e dopo solo 7 minuti sigla la rete del 1-0, mettendo in discesa la partita. Alla fine Ciro si porta anche a casa il pallone.

Menzione d’onore per un ritrovato Felipe Anderson: il brasiliano è incontenibile per la difesa ospite e impreziosisce la sua prestazione servendo due cioccolatini ad Immobile per i goal del 3-0 e 5-0; mentre sul 4-0 si mette in proprio e fredda Vlad con un destro nell’angolino.

di Valerio Pennati (Twitter @ValerioPennati)

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI, SEGUICI SU AGENTI ANONIMI