Eccoci giunti all’ultimo appuntamento con #EuroAgenti raccontano Italia-Germania. Abbiamo fatto una lunga passeggiata sul “viale dei (dolci) ricordi“. Ci siamo emozionati a pensare dove eravamo quando Rivera metteva il sigillo sulla partita del secolo, abbiamo chiuso gli occhi e ci siamo sentiti presidenti della repubblica almeno per un secondo riascoltando nelle orecchie quel “non ci riprendono più” e poi, dulcis in fundo, abbiamo riassaporato l’incredibile sensazione di vincere all’ultimo secondo in casa loro.

UEFA_Euro_2012_logo

Oggi facciamo un ulteriore balzo in avanti, andiamo in Polonia, semifinale dell’Europeo del 2012. È Prandelli che sfida Low, è il veterano Buffon che sfida il giovane Neuer, è l’estro di Cassano e Balotelli che sfida l’organizzazione tedesca, è, più semplicemente, di nuovo Italia contro Germania. I tempi del muro di Berlino a dividere in Est ed Ovest il paese sono ormai passati da tempo, la rivalità calcistica invece, non passerà mai.

italia 2912

Si arriva alla sfida che vale la finale con la Spagna campione del mondo con un’Italia che è già andata oltre le più rosee aspettative, mentre la Germania, ancora una volta, gode del favore del pronostico in virtù di una generazione fenomenale, che vuole spodestare la Spagna pigliatutto. Per una volta però, l’estro è dalla nostra, in qualche modo vengono ribaltati gli schemi. Il rigore, tattico nonché economico, lo lasciamo tutto alla Germania.

YouTube- ItalianPassion

YouTube- ItalianPassion

Le due compagini arrivano all’appuntamento in maniera differente. L’Italia deve faticare non poco contro l’Inghilterra, e riesce ad averne la meglio solo ai calci di rigore, quando Pirlo (a proposito di estro) fa il cucchiaio ad Hart e manda nel pallone tutti i rigoristi Inglese. La Germania ha vita facile contro la Grecia invece, in una sfida piena di significato extracalcistici (era infatti il momento in cui Angela Merkel ribadiva con forza la fiducia nella Grecia in piena crisi economia, ma non perdeva occasione per bacchettarla. A proposito di rigore….).

YouTube- ItaliaPassion

YouTube- ItaliaPassion

Si arriva alla sfida di Varsavia con la corazzata di Low reduce da 15 risultati consecutivi, la Build è pronta a celebrare la tanto agognata vittoria contro gli azzurri ed invece….no. Balotelli diventa Super Mario e con una doppietta di puro strapotere fisico fa crollare tutte le certezze tedesche, proprio come nel 1989 si sgretolò il muro di Berlino. Inutile il gol di Ozil a tempo ormai scaduto. In finale ci va l’Italia di Prandelli! La coppia Cassano-Balotelli fa divertire tutta Italia, che canta e balla sognando il trionfo continentale che manca da troppo tempo. Niente da fare, la Spagna è di un altro livello ed infligge una sonora lezione agli azzurri. Niente coppa, niente titolo, ma la soddisfazione di aver eliminato, ancora una volta, la favorita Germania, non ce la toglie nessuno.

spagna campione

Il nostro compito è ormai giunto al termine. Per quanto belli, pieni di momenti emozionanti questo avvicinamento romantico verso la nuova sfida fra Italia e Germania è concluso. Abbiamo riassaporato le vittorie del passato, ma ora ciò che conta è il futuro. Bordeaux sarà il teatro del nuovo incontro. Per una nuova sfida tutta da vivere.

Stefano Gaudino