Lavatrici, tivù ed elettrodomestici da vendere a tutti i costi per arrivare a fine mese. Tanta garra per le strade. Polvere che si alza e maniere forti. Proprio come lui. Uno che di certo non si arrende di fronte alla prima difficoltà. Infortuni, rifiuti e tanti prestiti in giro per l’Europa. Poi la luce. Dopo tanta gavetta, Simeone lo rivuole con sé. Stesso dna da lottatori. Gente che non si arrende. Ventisette marcature nell’ultima stagione di Diego Costa nell’Atletico: Liga portata a casa e finale di Champions League sfumata davanti agli occhi contro i rivali storici del Real Madrid.
Poi arriva la Premier, il Chelsea. Altra squadra, altra valigia. Una coppa di Lega ed una Premier League in bacheca. Poi, l’arrivo di Conte, con gli attestati di stima ed i destini che inevitabilmente si incrociano o, se volete, si ripetono. Simeone con il suo Atletico perde in finale di Champions League contro il Real. Ancora. La storia si è ripetuta. Il “Cholo” chiede garanzie tecniche ed a spuntarla è sempre lui. In mezzo a tanti, come al campetto in Brasile.
Ancora Diego Costa e Atletico insieme, ancora al fianco di Simeone. Due lottatori. Una trattativa che verrà formalizzata a breve ma che, stando a quanto raccolto dalla nostra redazione, è ormai fatta. L’operazione si concluderà attorno ai 20 milioni di euro. Circa la metà di quanto lo pagò il Chelsea.
Conte coccola Diego, Simeone invece lo aspetta. Altra valigia ma questa volta con biglietto di sola andata; salgono i gradi della temperatura estiva e si scalda il cuore dei tifosi “rojablancos”, pronti a riabbracciare il loro Diego.

Matteo Migliore

Diego Costa