L’agente FIFA Grappasonno in esclusiva per Agentianonimi.com

La redazione di Agentianonimi.com ha contattato telefonicamente Mattia Grappasonno, giovane agente Fifa abruzzese  che ha già organizzato diversi workshop a Pescara per procuratori sportivi. Tra i tanti temi toccati c’è quello dell’esonero di Ballardini, il ritiro di Cassano e la lotta scudetto.

– Sulla Juve. Oltre a Ronaldo ora c’è un Cancelo in formato super. Si può dire che non ha più punti deboli? –  “Cancelo è un profilo che ammiro dai tempi del Valencia. Bene lo scorso anno con l’Inter, benissimo questi primi mesi alla Juventus. Posso dire che negli ultimi anni ha avuto una crescita esponenziale e che i bianconeri, con Cancelo, hanno trovato il terzino che serviva alla truppa di Allegri. Con Alex Sandro dall’altro lato credo che formi una delle coppie di terzini più forti d’Europa.

– Delle altre big – Inter, Roma, Milan, Napoli e Lazio, quale l’ha colpita di più? – L’Inter ha perso un po di punti per strada, ma all’inizio del campionato ci puó stare, cosi come la Roma che solo ora sta venendo fuori dopo che la società, come ogni anno, cambia le pedine dello scacchiere. Il Napoli sta facendo bene e ha il vero top player in Ancelotti e cambiare allenatore non è mai facile. Il Milan con l’arrivo di Higuain ha trovato il bomber che mancava e se i rossoneri saranno più costanti nei risultati potranno giocarsela per un posto in Champions.  Alla Lazio, fino ad ora, è mancato l’apporto di Milinkovic Savic e Luis Alberto. Non vorrei che le voci di mercato li abbiano destabilizzati dato che sono troppo importanti per il gioco di Inzaghi che non puó fare affidamento solo su Ciro Immobile.”

– A proposito di Inter, lei in più di un’occasione ha detto di apprezzare molto Lautaro Martinez. Qual è il suo vero repertorio e dove potrebbe arrivare? – “Lautaro Martinez è un calciatore che segna e fa segnare. Se sente la fiducia del mister e dell’ambiete puó fare bene. Lo farei giocare con Icardi, per me è devastante.

– Sempre sul derby, al centro delle voci di mercato ci sono spesso Skriniar e Romagnoli. Chi preferisce dei due? –  “Mi piace molto Skriniar, un muro difensivo. Si è imposto nello scorso campionato e si sta ripetendo anche quest’anno. L’Inter sta iniziando a girare e tutti i calciatori stanno entrando in condizione. È anche vero che giocare la Champions ti porta via un sacco di risorse. Dopo la sosta c’è il derby, una partita che nessuna delle due squadre vuole sbagliare.”

– C’è una squadra di Serie A da cui forse si aspettava di più finora ? –  “Sicuramente l’Atalanta. Non so perchè ma chi inizia la preparazione in anticipo, spesso, ha questo tipo di problema. L’Atalanta è una squadra ben organizzata e sono sicuro che il prima possibile tornerà ad incanalare una serie di risultati positivi.”

– Un parere sul ritiro di Cassano? –  “Su Cassano c’è poco da dire, parla il suo talento. Se avesse avuto un po’ più di testa sarebbe diventato uno dei calciatori più forti del mondo. Ora, a 36 anni, è giusto appendere gli scarpini al chiodo. Per me è stato un piacere vederlo giocare.”

– Parere sull’esonero di Ballardini? – Preziosi non poteva mandarlo via lo scorso anno e quindi, alla prima occasione utile, ha colto la palla al balzo e lo ha esonerato. Non sono un grande estimatore di Ballardini ma non credo meritasse l’esonero anche perchè con Juric non sono convinto che si possa fare questo gran salto di qualità. Io, personalmente, avrei puntato su un altro allenatore.”

– Il talento che più la incuriosisce in Serie A? –  “Il talento che più mi incuriosisce è Piatek. È un grande attaccante che ha un solo compito che fino ad ora gli riesce benissimo: fare gol. Sono curioso di vedere a quanti gol puó arrivare visto che, a quanto pare, non ha intenzione di fermarsi. La prova del nove ci sarà nelle prossime cinque partite dove il Genoa incontrerà Juventus, Udinese, Milan, Napoli e Sampdoria.”

La redazione di Agentianonimi.com ringrazia  Mattia Grappasonno per la disponibilità.

Marco Pirola ( @marcopirola_ )