Allarme Inter. A poco più di una settimana dal Derby di Milano sono 4 i giocatori interisti positivi al COVID-19 

Assenze importanti per il derby

Allarme rosso a Milano. Scoperta la positività di Bastoni e Skriniar grazie ai tamponi eseguiti con le rispettive nazionali, nella giornata di ieri il giro di tamponi effettuato ad Appiano ha segnalato la positività anche di Gagliardini e Nainggolan.
I due difensori hanno rassicurato i tifosi sui loro rispetti canali social: stanno bene e non vedono l’ora di tornare in campo.
Tutti e quattro salteranno inevitabilmente il derby contro il Milan, in programma sabato 17 e sicuramente la prima di Champions League contro il Borussia Moenchengladbach mercoledì 21.
Rientrato dal ritiro dell’under 21, Bastoni svolgerà a Milano la quarantena assieme ai due centrocampisti. Più complesso invece il discorso di Skriniar, trovato positivo in Slovacchia con la sua nazionale: dovrà rimanere in quarantena per le prossime due settimane lontano dall’Italia prima di poter rientrare a Milano.
Tra i rossoneri invece risultano ancora positivi dopo settimane ancora Ibrahimovic e Duarte.

Conte e il nuovo assetto vista l’emergenza

Quelle di Bastoni e Skriniar sono assenze importanti per la squadra di Conte. Out i due “braccetti” titolari della difesa, toccherà a D’Ambrosio giocare sul centro destra e a Kolarov sul centro sinistra come già avvenuto nella prima giornata di campionato contro la Fiorentina, con De Vrij in mezzo a guidare il reparto. Ranocchia Darmian saranno pronti a subentrare dalla panchina all’occorrenza.
A centrocampo invece i nomi certi sono quelli Barella e Vidal (visto anche la squalifica di Sensi dopo il rosso contro la Lazio). L’unico dubbio di mister Conte riguarda il nome del terzo centrocampista: Eriksen potrebbe trovare spazio dietro le due punte nella sua posizione preferita, Brozovic invece verrebbe posizionato nella mediana, formando un centrocampo a 3 con l’italiano e il cileno.

Niente rinvio della partita 

Il rischio è che dai test che verranno eseguiti nei prossimi giorni anche altri giocatori potrebbero risultare positivi al virus. La partita però ad oggi non è a rischio. Il regolamento è chiaro: la lega di Serie A ha spiegato che per la disputa delle partite basteranno 13 giocatori negativi, condizioni che, al momento, sia Inter che Milan fortunatamente riescono a rispettare.